Viaggio nel tempo


C’era una volta……  la tipica frase dell’inizio di una favola, di una storia. In questo blog non racconterò le solite favole, racconterò storie vere, storie di persone, di paesi, di città. Storie che stanno sbiadendo nelle nebbie della memoria. Il martellare costante degli avvenimenti quotidiani cancella immediatamente la memoria del giorno precedente. Non sappiamo più da dove veniamo, quale è stato il nostro passato e lentamente la nostra storia si cancella. Queste pagine parleranno di persone comuni che nel loro piccolo hanno contribuito a costruire la nostra società. Perché è vero la storia è fatta dai grandi personaggi, ma è altrettanto vero che la storia siamo noi con le nostre piccole o grandi scelte scelte.

Ho pubblicato La Resistenza per le vie di Pianoro, un ricordo dedicato ai partigiani pianoresi a cui sono state intitolate le strade, le piazze del piccolo paese nella provincia di Bologna e lo si può acquistare in formato ebook a soli 5€ cliccando su lulu.com.

La Resistenza per le vie di Pianoro

Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

L’Internazionale nera si ritrova a Milano In arrivo neonazisti e fascisti da tutta Europa


Forza Nuova chiama a raccolta tutte le sigle dell’estrema destra: dai greci di Alba Dorata ai britannici del British National party. Per dire “No” allo straniero, al multiculturalismo, alla moneta unica. Star del convegno l’europarlamentare tedesco Udo Voigt che elogiava Hitler di Michele Sasso

Continua a leggere

Dall’Italia niente soldi per Auschwitz


Nel campo di sterminio nazista morì oltre un milione di persone, tra cui oltre 5000 italiani. Ma lo Stato Italiano non ha versato una lira per il fondo che si occupa di preservare la memoria dello sterminio- Continua a leggere

Attivista di Casapound condannato per lesioni invitato a parlare di pace


L’associazione onlus Solidaritè Identites ha deciso d’invitare Alberto Palladino, condannato in primo grado, all’evento organizzato in uno spazio comunale a Sciacca (Agrigento) . Il Movimento 25 aprile: “Il comune non può dare il patrocinio”. Il sindaco: “Se è così, in effetti è un paradosso” di Giuseppe Pipitone | 3 dicembre 2014

Continua a leggere

La tragica e perduta vicenda della dottoressa Zamorani


Recuperate foto e informazioni della pediatra morta nel ’44 ad Auschwitz

Continua a leggere

Sulle persecuzioni nel dopoguerra ai partigiani comunisti


Originally posted on La Resistenza tradita:

patria  49026“L’epurazione è mancata. Si era detto che si doveva colpire in alto e non in basso, ma nella pratica non si è colpito nè in alto nè in basso. E allora vediamo ora che questa amnistia raggiunge lo scopo contrario a quello per cui era stata emanata. Pensiamo, quindi, che verrà un giorno in cui dovremo vergognarci di aver combattuto contro il fascismo. E costituirà colpa essere stati in carcere e al confino per questo”.

Così nel 1946 Sandro Pertini, dai banchi del Senato della Repubblica, descriveva uno stato di fatto le cui conseguenze si sarebbero fatte sentire negli anni a venire. In Italia non c’è mai stata nessuna epurazione dei fascisti, a differenza della Francia dove furono fucilati 10500 collaborazionisti e inquisite 350000 persone per 170000 processi contro 125000 imputati. In Norvegia furono arrestate 90000 persone, in Danimarca 20000 furono gli arrestati con 62 sentenze di ergastolo e 46…

View original 369 altre parole

Hammerfest 2014, la rete del leader neonazi a Milano: narcos e ‘ndrangheta


I nome di Domenico Bosa, detto Mimmo Hammer, compare in un’indagine che fotografa i suoi legami con il trafficante montenegrino Milutin Todorovic e gli uomini del clan Flachi. Il leader del movimento non risulta indagato, ma nella città medaglia d’oro della Resistenza la ragnatela che lega malavita ed estrema destra è sempre più fitta. Di Davide Milosa

Continua a leggere

Milano, campagna shock di Forza Nuova in 40 scuole: “Segnalate la propaganda gay”


Volantini affissi sui muri di elementari e medie e un numero verde per i genitori. L’iniziativa arriva dopo il questionario spedito ai professori di religione dalla Curia: “La chiesa milanese non ha coraggio”
Continua a leggere