31 marzo


1944 – Pistoia
All’alba, in esecuzione della sentenza di morte per renitenza e diserzione emessa dal Tribunale militare straordinario di guerra di Pistoia, furono fucilati da un plotone di GNR, alla Fortezza di Santa Barbara, quattro giovani: Alvaro Boccardi, Aldo Calugi, Lando Giusfredi e Valoris Poli.

Continua a leggere “31 marzo”

Mario Finzi


Nasce a Bologna il 15 luglio 1913 da famiglia ebrea borghese. Il padre, docente del Liceo Minghetti, è stato allievo del Carducci. Per amore del padre fin da ragazzo Mario Finzi conduce una doppia vita: una carriera “seria” da una parte, la passione per la musica dall’altra. In entrambi dimostrò il suo genio e la sua precocità: a 16 anni conseguì il diploma liceale classico e a 17 il diploma in pianoforte al conservatorio. Lauretosi nel 1933 in giurisprudenza, diventa magistrato giovanissimo.

Continua a leggere “Mario Finzi”

30 marzo


1944 – Ranne di Gragagno (Gorizia)
Reparti della “Decima Mas” e un gruppo di SS sorprendono 23 ex militari italiani e disarmati, provenienti dal XIII Reggimento fanteria “Isonzo”, che si erano fermati per rifocillarsi.

Continua a leggere “30 marzo”

Casalino (NO) 30 marzo1945


Reparti della «E. Muti» – oltre centocinquanta militi – vengono scaricati da una colonna di automezzi all’ingresso di Casalino; vi sono, con i militi, una decina di SS, guidate dall’interprete Borgonovo.

Continua a leggere “Casalino (NO) 30 marzo1945”

29 marzo 1944


Castelfranco Emilia

Condannati alla pena di morte dal Tribunale militare di Bologna riunitosi a Castelfranco Emilia. Vengono fucilati dietro al “Forte Urbano”  10 giovani partigiani di Renno di Pavullo.

Continua a leggere “29 marzo 1944”

Brigata 5a Bonvicini Matteotti


La brigata Matteotti di pianura — che si chiamò ufficiosamente seconda brigata Matteotti e, ufficialmente, quinta brigata “O. Bonvicini”  della divisione Bologna — operò nella zona compresa tra Molinella, Medicina, Castelguelfo e Massalombarda. In questa parte della “bassa” agricola, tra Bologna e Ravenna, gruppi armati si erano andati costituendo subito dopo l’8 settembre, sotto la guida di Giuseppe Bentivogli il capo spirituale dei lavoratori molinellesi e di vecchi capolega, che non avevano piegato il capo davanti al fascismo, come Giulio Fattori. Continua a leggere “Brigata 5a Bonvicini Matteotti”

28 marzo


1939

Napoli
Muore nell’ospedale di Napoli, dove era ricoverato per tbc, Roncarati Bruno. Era nato 21/6/1903 a Castel Maggiore. Iscritto al PSI. Fu schedato nel 1926 per la sua attività politica e perché trovato in possesso di una scheda di sottoscrizione per l’“Avanti!”.

Continua a leggere “28 marzo”

Eccidio di Montemaggio


Il 28 marzo 1944, in località la Porcareccia, sulle pendici del Montemaggio nel Comune di Monteriggioni, si consumò, ad opera di militi della Guardia Nazionale Repubblicana l’eccidio con il maggior numero di vittime della provincia di Siena.
Le vittime furono 19 in totale: erano tutti giovani ragazzi che si erano dati alla macchia per sfuggire alla leva fascista e per unirsi alle formazioni partigiane della Brigata Garibaldi che operava nella zona compresa tra le province di Siena, Pisa e Grosseto.

Continua a leggere “Eccidio di Montemaggio”

27 marzo


1933 – Monteveglio (BO)
Muore a Monteveglio (BO) Bartolini Alberto era nato il 28/11/1903. Iscritto al PCI. Nel 1922 venne arrestato e condannato a una lieve pena per uno scontro con i fascisti. Il 6/1/27 fu arrestato e condannato a un anno per detenzione di armi.

Continua a leggere “27 marzo”

Eccidio di Villa Santinelli


Città di Castello (PG) 27 marzo
Nella terza decade del marzo 1944, il “Gruppo Francini” del 4° distaccamento d’assalto di S. Sepolcro (AR), Divisione Partigiana “Arezzo”, decide di spostarsi in direzione di Perugia, per unirsi ad altre formazioni partigiane. Quel “Gruppo” è composto da otto giovani comandati da Eduino Francini e nella tarda serata del 25 marzo, raggiunta la località “Trestina” sosta una giornata presso la Villa Santinelli, perché i giovani sono esausti per la lunga marcia di trasferimento.

Continua a leggere “Eccidio di Villa Santinelli”