Brigata Giustizia e Libertà Montagna


È il nome ufficiale della I brg GL di Bologna. Non fu dedicata, come la maggior parte delle formazioni bolognesi, ad un caduto – anche se era stato proposto il nome d’Ezio Cesarini – e non ebbe un numero progressivo.

Conservò il numero dato inizialmente alle formazioni GL di Bologna, perché attraversò la linea del fronte prima della riorganizzazione dell’autunno 1944. Fu inquadrata nella div Bologna montagna “Lupo”. Costituita nella primavera 1944, la brg operò nei comuni di Gaggio Montano, Castel d’Aiano, Porretta Terme, Lizzano in Belvedere e in alcuni modenesi. Prese parte a molti duri combattimenti sull’Appennino tosco-emiliano nell’estate 1944 e alla fine di settembre liberò la zona di Gaggio Montano. Dopo avere attraversato il fronte in ottobre, fu riorganizzata, con equipaggiamento e armi americane, e rimessa in linea. Operò nei comuni di Grizzana e Monterenzio e rientrò a Bologna il 21.4.1945. Ebbe un solo comandante, Pietro Pandiani “Capitan Pietro”. Renato Frabetti “Rendo” fu commissario politico. 51 i morti e 26 i feriti. 229 i partigiani riconosciuti e 41 i patrioti. Numerosi i benemeriti.

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.