Argelato 9 agosto 1944


Nella notte dell’8 agosto 1944 una squadra di partigiani della 2a brg Paolo Garibaldi, guidata da Franco Franchini “Romagna”, fece saltare con una potente carica la Casa del fascio di Argelato. Morirono 5 militi e 15 restarono feriti.
Nelle prime ore del pomeriggio del 9 i fascisti rastrellarono decine di persone e tra queste e altre arrestate nei giorni precedenti ne scelsero 6. Le portarono davanti alla Casa del fascio e le fucilarono.

Le vittime

Luigi Fariselli anni 53 nato a Bentivoglio. Vecchio militante socialista padre di dieci figli, aveva diretta conoscenza dei responsabili dellʼassassinio del capolega Amedeo Lipparini perpetrato il 30 aprile 1921 a S. Maria in Duno (Bentivoglio) da parte di una squadra di fascisti sangiorgesi. Partecipò all’attività del btg Tampellini della 2a brg Paolo Garibaldi e operò a S. Giorgio di Piano. Al suo nome è stata intestata una strada di S. Giorgio di Piano.

Nello Gamberini anni 31 nato ad Argelato. Militò nel btg Tampellini della 2a brg Paolo Garibaldi e operò ad Argelato e a S. Giorgio di Piano. Il 5 agosto 1944, rastrellato dai militi fascisti per la morte del gerarca Cavicchi di Argelato, venne rinchiuso nelle scuole elementari di S. Giorgio di Piano insieme con altri partigiani tra cui Irma Bandiera.

Enrico Landuzzi anni 32 nato ad Argelato. Militò nel btg Tampellini della 2a brg Paolo Garibaldi e operò a S. Giorgio di Piano.

Walter Scurzoni anni 20 nato ad Argelato. Militò nella 2ª brg Paolo Garibaldi.

Oreste Vancini anni 65 nato a Cento (FE). Iscritto al PSI. Fu educatore esemplare, oltre che acuto e profondo studioso di storia bolognese. Aderì giovanissimo al PSI e nel 1907 fu eletto consigliere comunale a Granarolo Emilia. Nel 1914, dopo la decisione presa dal congresso nazionale del PSI ad Ancona, uscì dalla massoneria. Nello stesso anno fu eletto al consiglio comunale di Bologna. Fece parte della giunta presieduta dal sindaco Francesco Zanardi, conservando la carica di assessore sino al 1920. Nel 1915 fondò e diresse la rivista del comune “Vita cittadina”. Nello stesso periodo di tempo fu presidente dell’università popolare. Essendo riformista – e quindi in disaccordo con la maggioranza massimalista della federazione del PSI – preferì non ricandidarsi al consiglio comunale nel 1920. Fu invece eletto in quello provinciale, per il mandamento di Bologna II. Durante la lotta di liberazione militò nella 1ª brg Irma Bandiera Garibaldi. Il suo nome è stato dato a un btg della brg Matteotti Città, a una sezione del PSI e a una strada di Bologna.

Giorgio Zanotti anni 26 nato ad Argelato. Prestò servizio militare in artiglieria dal marzo 1940 allʼ8 settembre 1943 col grado di caporale a Nettuno (Roma). Militò nel btg Tampellini della 2ª brg Paolo Garibaldi ed operò ad Argelato.

Subito dopo i fascisti si portarono in località Larghe incendiando 37 abitazioni e qui uccisero:

Attilio Chiarini anni 44 nato a Minerbio. Militò nel btg Tampellini della 2a brg Paolo Garibaldi ad Argelato.

Luigi Chiarini anni 40 nato fratello di Attilio a Minerbio. Militò nel btg Tampellini della 2a brg Paolo Garibaldi e fu attivo ad Argelato.

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...