Reggiani Luigi


Nasce il 30 marzo 1891 a Pieve di Cento. A Bologna il 14 ottobre 1920 nel corso di una manifestazione che sfocia con l’assalto al Casermone delle Guardie Regie, viene fermato e trascinato in caserma dove subisce violente percosse alla testa da parte dei militari.

A causa delle violenze subite viene ricoverato all’ospedale in stato d’arresto. Le violenze gli procurano una grave rottura della scatola cranica e rimarrà in ospedale tre mesi. Dopo le cure viene incarcerato per 7 mesi e poi processato ed assolto. Nel 1923 emigra in Francia per lavorare e vi rimane un anno. Rientra in Italia dove trova difficoltà a trovare una occupazione. Presa la residenza a Bologna, viene continuamente controllato dal fiduciario fascista. Nel 1929 emigra di nuovo in Francia e vi resta per diverso tempo. Rientrato in Italia a Bologna, nell’aprile 1938 viene arrestato, per «attività antifascista tra operai disoccupati», e deferito alla Commissione provinciale che il 30 maggio 1938 lo condanna a 2 anni di confino. E’ inviato a Martirano (CZ) dove si ammala la tubercolosi. A seguito della malattia viene prosciolto il 22 luglio 1939. Non riuscendo a trovare lavoro a Bologna si trasferisce a Fiume ed in altri luoghi. Rientra a Bologna e dopo il primo bombardamento aereo su del 24 settembre 1943 sfolla a S. Giorgio di Piano presso i parenti. Qui si collega con gli antifascisti sangiorgesi e, durante i «45 giorni badogliani» e la lotta di liberazione, collabora alle attività politiche contro i nazifascisti.

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...