12 luglio 1921 Viterbo


Una squadra di fascisti (circa una ventina) parte la mattina da Perugia armata fino ai denti, mitragliatici comprese. Giunti a Orte gli squadristi perugini si divertirono a bruciare le co­pie de “Il Paese” e manifestarono l’intenzione di compiere una spedizione punitiva presso il Circolo ferrovieri; spedizione che, per ragioni di tempo, fu deciso di rimandare. Saranno proprio i ferrovieri ad avvertire i colleghi degli scali di Attigliano e Viterbo dell’arrivo dei fasci­sti perugini.

La mattina successiva il capostazione di Porta Fiorentina dà l’annuncio che una squadra dei temutissimi fascisti perugini, dopo aver “scaldato le mani” allo scalo ferroviario di Orte, si appresta ad entrare in città. La no­tizia si diffonde con una rapidità fulminea e altrettanto rapidamente, al suono del campanone municipale, la cittadinanza si organizza per respin­gere l’attacco.

Gli arditi del popolo sono ovviamente il corpo d’élite, ma è l’intera popolazione che è in armi. Sopra le mura della città, sulle terrazze, sui tetti, ci sono gruppi di cittadini che montano di guardia. Gli squadri­sti vengono bloccati dalle forze dell’ordine, ma il clima di tensione provo­ca un incidente mortale.

Contro un’automobile di nobili inglesi, scambiata per una vettura degli squadristi, viene infatti aperto il fuoco da cinque ar­diti del popolo: rimangono così feriti tutti i passeggeri, mentre viene ucci­so un giovane conte.

Al di là delle inevitabili speculazioni contro l’or­ganizzazione ardito-popolare, il segnale giunto da Viterbo è chiaro a tutti. Il fatto saliente di quelle giornate è stato la capacità e la prontezza della cittadinanza di stringersi attorno ad una struttura militare sorta dal popolo per respingere l’assalto squadristico.

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...