23 luglio 1944 terrore in appennino


23 luglio 1944 i nazisti rastrellano un gruppo di civili e bruciano le case di Malfolle. In località Fazzolo dieci uomini vengono mitragliati contro il portico di una casa contadina e i loro corpi bruciati.

Il ricordo di Fermo Franchi sopravvissuto all’eccidio.

Il 22 luglio 1944 io ero nella mia casa di Fagiolo di Malfolle coi miei familiari, che erano coloni. Ero a casa dall’8 settembre 1943 dopo la fuga dai soldati a Udine: stavo nascosto perché non volevo andare nell’esercito fascista. Continua a leggere “23 luglio 1944 terrore in appennino”

Annunci