Omicidi alle Caserme rosse, la verità dalla Procura militare


Il gip si è opposto all’archiviazione, e invierà le carte ai pm di Verona perché sia fatta luce su quanto accadde nel campo di prigionia di Bologna fra il settember ’43 e l’ottobre ’44. La soddisfazione del comitato antifascista del NavileC’è un luogo di Bologna che costituisce un grosso punto interrogativo nella storia della città: il campo di prigionia delle Caserme rosse. Un muro crivellato di proiettili lascia intendere pagine dolorosissime, l’ipotesi di omicidi avvenuti fra il settembre ’43 e l’ottobre ’44. Il gip di Bologna non archivia il fascicolo e invia le carte alla Procura militare di Verona, che proverà a fare luce su quanto avvenuto settant’anni fa. Plaude all’iniziativa del gip il Comitato antifascista della Bolognina e del Navile, lieto di  “aver visto accolto il proprio desiderio di conoscere la verità su Caserme Rosse, il lager di Bologna’”. Alle Caserme rosse, ricorda Armando Sarti in un comunicato, “il muro di cinta, proprio di fronte all’abbeveratoio ed alle dune a un metro e 20, un metro e 50 da terra era crivellato di proiettili”. Lo scrisse un abitante della zona fra il 1955 ed il 1960, allora adolescente, aggiungendo: “Fummo spesso invitati dagli adulti in modo assai autorevole a non andare a giocare all’abbeveratoio e sulle dune ‘per non svegliare fantasmi’: cosi’ dicevano sia il guardiano delle Casermette sia i vecchi che li’ abitavano da diversi anni”.

Il comitato antifascista invita ora i familiari di persone scomparse fra l’8 settembre 1943 ed il 12 ottobre 1944, presumibilmente transitati dalle Caserme rosse, ad alzare la voce e a segnalare il nome per “tutelarne la memoria”

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...