IL PROCLAMA DEL GENERALE ALEXANDER AI PARTIGIANI


La Comune, il giornale clandestino di Imola, avrebbe dovuto uscire con un numero dedicato al proclama di Alexander, ma non fu pubblicato a seguito dell’arresto da parte dei nazi-fasclsti dello stampatore Walter Tampieri  che fu in seguito deportato a Mauthausen dove vi morì.

II Generale Alexander ha diramato, dal Quartier generale in Italia il 13 novembre, il seguente proclama ai partigiani italiani: 

«La campagna estiva, iniziata l’11 maggio, e condotta senza interruzione fin dopo lo sfondamento della linea gotica, è finita; inizia ora la campagna invernale.

In relazione dell’avanzata alleata, nel periodo trascorso, era richiesta una concomitante azione dei patrioti: ora le piogge e il fango non possono non rallentare l’avanzata alleata, e i patrioti devono cessare la loro attività precedente per prepararsi alla nuova fase di lotta e fronteggiare un nuovo nemico, l’inverno.

Questo sarà duro, molto duro per i patrioti, a causa della difficoltà di rifornimenti di viveri e di indumenti: le notti in cui si potrà volare saranno poche nel prossimo periodo, e ciò limiterà pure la possibilità dei lanci; gli Alleati però faranno il possibile per effettuare i rifornimenti.

In considerazione di quanto sopra esposto il gen. Alexander ordina le istruzioni ai patrioti come segue:

1) cessare le operazioni organizzate su larga scala;

2) conservare le munizioni ed i materiali e tenersi pronti a nuovi ordini;

3) attendere nuove istruzioni che verranno date o a mezzo radio « Italia Combatte » o con mezzi speciali o con manifestini. Sarà cosa saggia non esporsi in azioni troppo arrischiate; la parola d’ordine è: stare in guardia, stare in difesa;

4) approfittare però ugualmente delle occasioni favorevoli per attaccare tedeschi e fascisti;

5) continuare nella raccolta delle notizie di carattere militare concernenti il nemico, studiarne le intenzioni, gli spostamenti, e comunicare tutto a chi di dovere;

6) le predette disposizioni possono venire annullate da ordini di azioni particolari;

7) poiché nuovi fattori potrebbero intervenire a mutare il corso della campagna invernale (spontanea ritirata tedesca per influenza di altri fronti), i patrioti siano preparati e pronti per la prossima avanzata;

8) il gen. Alexander prega i capi delle formazioni di portare ai propri uomini le sue congratulazioni e l’espressione della sua profonda stima per la collaborazione offerta alle truppe da lui comandate la scorsa campagna estiva ».

Questo il proclama.

Mentre lo additiamo all’attenzione delle forze partigiane dell’imolese, è evidente che non deve essere dimenticato che esso non può tenere conto delle varie situazioni locali, ma si riferisce ed appella alla generalità del fronte partigiano.

Così non è da escludere che anche durante i mesi invernali sia fatta dagli alleati qualche offensiva locale che potrebbe interessare anche le nostre contrade.

Per questo resteremo vigili e pronti.

La lotta, con la tattica adeguata, sarà continuata ovunque contro i tedeschi e i fascisti.

Noi ci appelliamo alla popolazione della città e della pianura perché essa si stringa ancor più di ieri attorno ai patrioti, li ospiti e li nasconda nelle case e li assista con tutto il calore.

I partigiani imolesi non rinunciano alla lotta ma concentrano le forze per l’obiettivo decisivo: la cacciata definitiva dei nazifascisti e la liberazione.

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...