in attesa Giornata della Memoria


Tra qualche giorno si celebrerà la Giornata della Memoria, giornata istituita per non dimenticare la SHOA.

Come se per ricordare lo stermino sistematico di una popolazione si debba ricorrere ad una legge che obbliga a ricordare.

In Italia questa giornata nacque il 20 luglio del 2000 e il primo articolo recita:

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Dopo pochi anni l’ennesimo governo di destra istituì la giornata del ricordo dedicata agli esuli italiani dall’Istria che RIFIUTARONO di aderire alla neonata Jugoslavia comunista.

Da sempre il gioco sporco della destra ha cercato di confondere le acque cercando di mettere sullo stesso piano le due ricorrenze, oggi un celebre cantautore Simone Cristicchi sta girando l’Italia con un suo spettacolo Magazzino 18 confondendo ancor più i ricordi e paragonando gli esuli istriani ai sopravvissuti dei lager. La sua infausta frase in una intervista dove dichiara di avere visitato il Magazzino 18 dove gli esuli italiani hanno lasciato i loro beni le loro cose in attesa di un ritorno ai magazzini di Auschwitz  mi ha colpito forse Cristicchi non sa la differenza tra lasciare i propri beni per andare nelle camere a gas e lasciare i propri beni per tornare a riprenderli.

Il tempo fa svanire sicuramente la memoria, i sopravvissuti che possono raccontare la loro esperienza personale sono sempre meno il passaggio di questo tremendo testimone alle giovani generazioni è sempre più difficile.

In attesa della Giornata della Memoria posterò quotidianamente filmati (che qualche negazionista dirà sicuramente montati ad arte) che facciano rivivere e facciano conoscere ai giovani quello che è stato l’orrore dei campi di sterminio.

Il cortometraggio che state per vedere è stato prodotto da US Army Signal Corp , alla fine della seconda guerra mondiale per l’uso al Processo di crimini di guerra detenuti a Dachau . Dà un piccolo esempio di ciò che è stato testimoniato dai liberatori del campo .

Il filmato è di natura grafica , ma aiuta a capire meglio ciò che è avvenuto a Dachau .

http://www.youtube.com/watch?v=PH98iTYLrv4

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...