31 gennaio 1945 esce L’Attacco giornale della brigata bolognese SAP


L’ATTACCO

Giornale della Brigata Bolognese (SAP)

II numero, l’organizzazione, la combattività, delle SAP sono il termometroinfallibile dell’insurrezione nazionale!

SAP, ricordatevi che la buona manutenzione delle armi è parte integrante della nostra vita e del successo

 

PREFAZIONE

Mentre sparute schiere di briganti senza onore percorrono le nostre città, le nostre campagne, devastando le nostre ricchezze, massacrando i figli migliori del popolo perché insorti contro i turlupinatori della verità, scrollandosi d’addosso le dure catene di vent’anni di fascismo, di oppressione, di miseria, il popolo tutto unanime è teso verso il totale abbattimento del nazifascismo.

Il nostro giornale «L’Attacco», scevro di intenzioni particolaristiche vuol’essere semplicemente e soprattutto organo di massa per indirizzo ed avanguardia nella lotta.

Fiducioso di adempiere alle sue funzioni entri in qualunque posto il grido formidabile, inarrestabile di morte all’invasore nazista e al suo servo fascista.

CHI SIAMO? PERCHÉ COMBATTIAMO? E CHE COSA VOGLIAMO?

Fra i vari organismi politici e militari della guerra popolare contro il nazifascismo sorti negli ultimi quattordici mesi di dura e gloriosa lotta, le nostre organizzazioni le SAP, hanno un’importante ruolo.

Che cosa significa SAP e che sono?

Le SAP cioè Squadre d’Ardimento Patriottico sono un’organizzazione militare di masse, che costituiscono le forze di riserva, ausiliarie e alimentatici dell’Esercito Partigiano e dei GAP.

Tre sono le caratteristiche che dobbiamo avere ben chiare come guida della nostra condotta di lotta:

1°) Siamo un’organizzazione volontaria militare. Questa esige intraprendenza, autodisciplina, spirito di sacrificio e coraggio. Virtù queste che scaturiscono dalla volontà e dalla necessità di lotta e che unitamente all’esperienza, (la nostra accademia militare), danno ad ogni combattente la forza e la possibilità di affrontare le dure fasi della nostra lotta.

2°) Siamo forze ausiliarie e alimentatrici dei Partigiani e dei GAP. Questo richiede grande spirito combattivo e decisione nel condurre la lotta armata, poiché il nostro aiuto ai Partigiani ed ai GAP non consiste e non deve consistere in un limitato aiuto morale e materiale, ma bensì in un appoggio di carattere militare e politico, in un effettivo aiuto sullo stesso piano di combattimento alla lotta comune, in una solidarietà efficace, in particolar modo nelle ore decisive. Insomma pur essendo un’organizzazione territoriale, vogliamo essere una sicura e robusta forza progressiva da trasformarsi mediante il sacrificio e il valore in forze Garibaldine della Pianura.

3°) Siamo un’organizzazione militare di massa. Il fatto di essere un’organizzazione di massa è la nostra principale caratteristica e merita che se ne chiarisca il significato. Ciò significa che noi rappresentiamo meglio di ogni altro organismo la volontà di lotta del popolo, rappresentiamo il popolo in armi per la sua liberazione e la sua rinascita. Le SAP sono il termometro dell’insurrezione armata Nazionale; sono l’indice più sicuro dello spirito insurrezionale delle masse popolari.

Il numero, l’organizzazione, la disciplina, la combattività delle SAP indicano in che parte il popolo partecipi alla lotta e con che spirito la conduca.

Possiamo dire che il giorno nel quale la maggioranza della popolazione sarà Sappista o possiederà uno spirito Sappista, sarà il giorno dell’attacco generale degli italiani contro l’invasore tedesco. Dal fatto che l’insurrezione Nazionale deve essere un’insurrezione popolare per la conquista di quella libertà e di quel benessere che era fin d’ora privilegio di pochi, e che le SAP rappresentano il popolo in armi ne deriva per noi la responsabilità e la necessità di migliorare sempre più il nostro organismo.

Perché combattiamo? E che cosa vogliamo?

Noi combattiamo per la cacciata dei nazifascisti, per impedire a questi criminali lugubri piani di distruzione e di rapine, per preservare la Nazione da nuove e più dure sciagure. Combattiamo perché vogliamo riscattare l’onta procurataci dalla guerra fascista nei confronti degli altri popoli.

Noi combattiamo con accanimento, perché sappiamo che dalla lotta ne scaturisce la maturità politica del popolo, perché nella lotta la massa popolare è chiamata a risolvere gli interessi politici militari ed economici della Nazione e la rende automaticamente partecipe dei futuri sviluppi sociali democratici.

Infine noi vogliamo creare così le condizioni di un più felice domani mediante la democrazia progressiva, che è governo di tutto il popolo, nell’interesse di tutto il popolo e che il popolo conquista oggi in proporzione al suo contributo alla lotta contro l’oppressore nazifascista.

CRONACHE DELLE SAP

II giorno 3 c.m., la Compagna E. si offrì spontaneamente di accompagnare una spia nel luogo ove era stato fissato l’appuntamento con altri.

Nonostante che alla partenza ricevesse l’ordine di non andare sul luogo fissato qualora vi fosse stato rischio, perché la spia rappresentava pericolo per le SAP dato che conosceva molti compagni, essa andò ugualmente benché notò la presenza di diversi camion (a distanza) con la brigata nera e la fece giustiziare.

Il 13 c.m. due SAP con una guida che dovevano cambiare base, nel tragitto incontrarono un capitano tedesco della S.S. che li fermò.

Nonostante che i due SAP vestissero l’uniforme tedesca e parlassero correttamente la lingua germanica, non riuscirono a convincerlo. Egli gli diede perciò l’ordine di seguirlo. Questi fecero due passi indietro e con una raffica di mitra misero fine alla prepotenza del capitano.

Indi riuscirono a raggiungere le basi stabilite.

Ai primi del mese essendovi da fare affissioni di stampa il Compagno R. uscì con due squadre SAP del F. di G., armati di moschetti e rivoltelle e dalle ore 18 alle 22 nel periodo cioè di intenso traffico in via Mazzini riuscirono a tapezzare i muri di manifestini rientrando tutti alla base.

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...