Il prefetto e il questore di Milano una garanzia per i raduni neonazisti mentre il sindaco Pisapia, come sempre, tace


Un bilancio dopo il 14 giugno

Alcune considerazioni e un bilancio sono doverosi dopo il concerto organizzato dagli Hammerskin lo scorso 14 giugno a Brugherio. In primo luogo va sottolineato, ancora una volta, come Prefetto e Questore di Milano si siano rivelati, a tutti gli effetti, il supporto organizzativo fondamentale per simili manifestazioni:

hanno riunito il giorno prima, venerdì 13 giugno, il Comitato per l’ordine e la Sicurezza per dare il via libera alla manifestazione neonazista, in spregio ai dettami costituzionali e alla stessa legge Mancino (per loro ovviamente carta straccia); hanno messo al corrente il solo sindaco di Carugate del fatto che in via XX settembre, all’altezza di via Cesare Battisti, era stato affittato un capannone dagli organizzatori del concerto, in realtà una sorta di base logistica per gli stessi: non hanno informato il sindaco di Brugherio che l’evento era invece sul suo territorio, cosa grave, oltre che inconcepibile sul piano istituzionale. Con tutta evidenza si aveva timore delle sue rimostranze;hanno coperto il luogo del concerto e divulgato informazioni depistanti, garantendo che a Carugate non sarebbe accaduto nulla (in realtà proprio lì era programmato il meeting point) e asserendo che il concerto si sarebbe tenuto in un piccolo comune della Brianza (come noto Brugherio, invece, supera i 35 mila abitanti);

hanno consentito un raduno di neonazisti, provenienti anche da altri paesi europei, in un pub discoteca, il LosTown, posto in una piazza nei pressi di un supermarket, con ignari cittadini intenti a fare la spesa.

Relativamente al concerto, poi svoltosi, va evidenziato come:

la partecipazione, circa centocinquanta teste rasate, si sia rivelata al di sotto delle attese. Un fatto dovuto all’iniziativa antifascista che ha scombinato loro i piani. Il meeting point ormai di dominio pubblico è stato annullato solo qualche ora prima (al suo posto un numero di cellulare svizzero per ricevere indicazioni) mettendo in difficoltà chi voleva venire. Decisiva in questo senso anche la paura di trovare qualche “comitato di accoglienza”. I “camerati” in queste circostanze lanciano sempre (vedi Stefano Del Miglio) alte “grida di battaglia”, ma poi immancabilmente finiscono per nascondersi dietro i carabinieri;

il locale affittato, il LosTown, costosissimo (ci piacerebbe sapere se poi è stato davvero pagato), è stato ottenuto grazie alle buone entrature di Fausto Marchetti (uno dei dirigenti brianzoli di Lealtà azione) con il proprietario.

La manifestazione antifascista, prima a Caugate poi a Brugherio, è stata un successo, con la partecipazione dello stesso sindaco della città Marco Troiano, segno della volontà a contrastare il ripetersi di questi raduni di estrema destra. Sullo sfondo, in negativo, invece, il perdurare del silenzio, ormai come sempre, del sindaco di Milano, minimamente interessato a prendere posizione, per quanto il tutto si svolgesse ai confini del suo comune. Altro che “vento nuovo”! Un’ultima nota: ci risulta che Prefetto e Questore abbiano fatto filtrare alla stampa che l’Osservatorio susciti “inutili allarmismi”. Pubblichiamo una foto scattata nel corso del concerto con l’esibizione di alcuni dei partecipanti in saluti romani. Vergognarsi no?

http://www.osservatoriodemocratico.org/public/nazibrugherio.jpg

Fonte: osservatorio democratico

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...