Peggio della destra il Partito Democratico che diserta la celebrazione a Livorno per la liberazione della città


La notizia riportata nel sito contropiano.org in queste occasioni l’appartenenza ad un partito dovrebbe essere messa da parte. La Liberazione in Italia fu ottenuta dalla coesione di tutti i partiti e movimenti che credevano nell’antifascismo. Oggi vedendo queste cose, mi chiedo se è ancora un pilastro della nazione l’antifascismo nato dalla Resistenza dove migliaia di giovani donne anziani parteciparono morirono combattendo o a seguito di fucilazioni torture o deportazioni nei campi di sterminio nazisti. Una vergogna che un partito erede degli ideali gramsciani si comporti in questo modo, l’aver perso Livorno alle ultime amministrative non deve essere una scusa.

Il 19 Luglio del 1944 i Partigiani del X° Distaccamento Oberdan Chiesa (https://www.facebook.com/25aprile2014) insieme agli Alleati liberavano Livorno dal regime nazi-fascista. Le truppe partigiane entrarono nella città il giorno 17 in realtà, ma ci vollero altri 2 giorni per la bonifica dalle bombe lasciate dai tedeschi e dai repubblichini e stanare gli ultimi cecchini. Il 19 viene quindi celebrata come data ufficiale della Liberazione. Qui potete trovare un video girato il 19 Luglio 1944 nel quale si vedono le truppe partigiane entrare in città, tra le figure si può notare il Comandante del X° distaccamento Bruno Bernini.

Le celebrazioni hanno visto la commemorazione al monumento partigiano del Castellaccio, successivamente la commemorazione alla lapide al Partigiano in via Ernesto Rossi e infine la celebrazione in Comune. Il sindaco Nogarin ha accolto tutti i rappresentanti delle associazioni di Anpi, Anppia, Anei e Istoreco (Istituto Storico della Resistenza) oltre alle cariche militari e ai singoli cittadini. Dopo gli interventi di alcuni partigiani il sindaco ha preso parola ma si è dovuto interrompere più volte commosso fino alle lacrime dai racconti della resistenza che gli hanno ricordato i racconti di suo nonno.

Non possiamo però non sottolineare la sola presenza dei tre consiglieri di Buongiorno Livorno, alcuni del Movimento 5 Stelle, oltre al sindaco e alla vicesindaco, e alcuni esponenti dei gruppi che avevano organizzato la festa nei luoghi della memoria lo scorso 25 aprile al Castellaccio. Clamorosa la totale assenza degli esponenti del Partito Democratico, che evidentemente hanno pensato che la commemorazione della Liberazione di Livorno dal fascismo non gli appartenesse. Molto strano dopo le dure accuse in campagna elettorale durante il ballottaggio di essere gli unici detentori dei valori dell’antifascismo. È bastato non “dover” essere presenti per forza in quanto rappresentanti istituzionali per snobbare totalmente l’importante ricordo di cosa fecero i nostri nonni 70 anni fa.

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...