Paolo Fabbri (Nome di battaglia Palita)


Paolo Fabbri (Palita)
Paolo Fabbri Palita

Nasce il 27 luglio 1889 a Conselice (RA). Iscritto al PSI, al PSUI e al MUP. Mezzadro e commerciante. Da umile capolega contadino di Conselice diventa una delle figure più nobili e importanti del socialismo italiano e della Resistenza. Primo di dieci figli di una famiglia di mezzadri, si iscrive giovanissimo al PSI. Lasciata la terra – insufficiente per una famiglia così numerosa – diventa attivista sindacale, poi capolega e infine dirigente della Federterra e delle organizzazioni cooperative di Ravenna, sotto la sapiente guida di Gaetano Zirardini.

Nellʼottobre 1914 – dopo lʼeccidio di Guarda – viene inviato a Molinella dove assume la carica di segretario della Camera del Lavoro. Il compito affidatogli era difficilissimo e molto delicato perché è in atto una durissima reazione governativa e agraria che mira a distruggere le organizzazioni sindacali e cooperative di quel comune. Continua a leggere “Paolo Fabbri (Nome di battaglia Palita)”