Torino, bandiera fascista davanti Museo Resistenza: “Mai prima d’ora un’offesa simile”


Il vessillo della Repubblica di Salò appeso sui ponteggi del cantiere dei Quartieri Militari è stato rimosso dopo la segnalazione del direttore del museo. “Strano, in quell’edificio ci sono anche uffici prefettizi”

di MASSIMO NOVELLI

“Non so se si tratti di un atto goliardico oppure di una provocazione neofascista nelle settimane in cui si celebra il settantesimo anniversario della Liberazione. Certo appare singolare un fatto: chi ha esposto una bandiera della Repubblica di Salò su un’impalcatura di uno dei Quartieri Militari juvarriani in restauro, di fronte al nostro gemello, dove ha sede il Museo diffuso della Resistenza, lo ha fatto proprio nel giorno della commemorazione dei martiri del Martinetto”. Guido Vaglio, direttore del Museo della Resistenza, commenta così quanto è accaduto nel cantiere dell’edificio che, da novembre, ospiterà il polo museale del Novecento e diversi enti culturali torinesi. Sono stati Vaglio e i suoi collaboratori a scoprire lo stendardo della RSI su quelle impalcature e ad avvertire subito il Comune. Palazzo Civico, poi, attraverso il comando dei vigili urbani, ha fatto rimuovere il vessillo.
A colpire il direttore del Museo, poi, è un altro particolare: “Il palazzo in restauro è chiuso al pubblico, nessuno può entrare se non gli addetti al lavoro. Quando mi hanno avvertito della bandiera, sono sceso in strada e ho provato a suonare il campanello del cantiere; ma nessuno ha risposto oppure ha  aperto. Inoltre in quell’edificio ci sono pure degli uffici della Prefettura”. Stranezze a parte, in tanti anni di esistenza del Museo della Resistenza di corso Valdocco non si sono mai registrati atti provocatori o vandalici; l’unica eccezione è  una piccola svastica su un muro, “tracciata con un pennarello da qualche cretino”, come ricorda Vaglio.
Sull’episodio, in ogni caso, la Digos ha aperto un’indagine.
Advertisements

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

1 thought on “Torino, bandiera fascista davanti Museo Resistenza: “Mai prima d’ora un’offesa simile””

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...