Anniversario speciale della Pastasciutta Antifascista del 25 luglio 1943


Come settantadue anni fa a casa Cervi. Articolo Resistente con colonna sonora, di Patrizia Cordone.

Anche quest’anno si stanno organizzando pranzi, cene ed innumerevoli iniziative sia private che pubbliche a ricordo di quel famoso 25 luglio, sono state persino create pagine facebook ad hoc, di cui al link https://www.facebook.com/groups/PastasciuttaAntifascista, dove a gettito continuo giungono segnalazioni ed adesioni da parte di singoli e di numerose associazioni, quindi non esclusivamente sezioni dell’Anpi. Che sia forse una prova di un patrimonio storico e collettivo condiviso?

Per i più giovani e probabilmente anche per i distratti vale la pena ripercorrere la genesi del bel gesto della famiglia Cervi, come riportato dal comunicato-stampa dell’Istituto omonimo:

“Alla caduta del Fascismo, il 25 luglio del 1943, fu grande festa a Casa Cervi, come in tutto il Paese. Una gioia spontanea di molti italiani che speravano nella fine della guerra, nella morte della dittatura. La Liberazione verrà solo 20 mesi dopo, al prezzo di molte sofferenze. Ma quel 25 luglio, alla notizia che il duce era stato arrestato, c’era solo la voglia di festeggiare. A Campegine, i Cervi insieme ad altre famiglie del paese, portarono la pastasciutta in piazza, nei bidoni per il latte. Con un rapido passaparola la cittadinanza si riunì attorno al carro e alla “birocia” che aveva portato la pasta. Tutti in fila per avere un piatto di quei maccheroni conditi a burro e formaggio che, in tempo di guerra e di razionamenti, erano prima di tutto un pasto di lusso. C’era la fame, ma c’era anche la voglia di uscire dall’incubo del fascismo e della guerra, il desiderio di “riprendersi la piazza” con un moto spontaneo, dopo anni di adunate a comando e di divieti.

Di quel 25 luglio, di quella pagina di storia italiana è rimasto poco nella memoria collettiva. Eppure c’è stato, in tutta Italia e in quella data, uno spirito genuino e pacifico di festa popolare: prima dell’8 settembre, dell’occupazione tedesca, della Repubblica di Salò. Prima delle brigate partigiane e della Lotta di Liberazione. L’Istituto Cervi, quasi 20 anni fa, ha voluto ricostruire quel clima di gioia a partire dall’episodio della storica pastasciutta di Campegine, riproponendo la stessa formula di ritrovo spontaneo e festoso. Per ricordare (e siamo sempre di più a farlo) una data simbolica della nostra storia…”.

Alla casa-museo Cervi, la Serata della Storica Pastasciutta Antifascista di Casa Cervi è promossa dall’Istituto Alcide Cervi, in collaborazione con l’Anpi, Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, Coop Consumatori Nord-Est, Boorea e Circoli Cooperativi Lombardi. In programma due concerti, l’apertura straordinaria serale ed anche notturna del Museo, con riferimento a http://www.istitutocervi.it/2015/07/06/la-pastasciutta-antifascista-di-casa-cervi-25-luglio-2015/

Tuttavia, celebrando i festeggiamenti del 25 luglio il pensiero comune deve correre verso di loro. L’agognata fine di quell’incubo della dittatura fascista costò le vite dei civili, dei perseguitati e dei deportati politici, nonché dei partigiani caduti in nome della Democrazia; mentre successivamente la difesa dei valori costituzionali e della legalità è stata rivendicata dalle vittime delle stragi nonché degli attentati criminosi, rimasti spesso impuniti nella storia del nostro paese: ad imperitura memoria del sacrificio di tutti loro si può levare un canto simbolico, come quello dei “Morti di Reggio Emilia”, con la voce di Maria Carta

 

 

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...