Milano, vandali nel centro studi della Resistenza: “Gesto eversivo, un’offesa per l’intera città”


Hanno rotto una finestra e sfondato una porta, per poi distruggere i locali e la biblioteca. Lo sdegno dell’Anpi: “Atto provocatorio dell’estrema destra” di SIMONE BIANCHIN

I vandali nell’Istituto Pedagogico della Resistenza. Nella notte tra martedì e mercoledì qualcuno è entrato nella sede di via degli Anemoni 6 e ha devastato il locale prendendo di mira soprattutto la biblioteca, ricca di documenti e di libri sulla resistenza e l’antifascismo che sono stati gettati a terra.

Sul pavimento hanno lasciato un foglio con la scritta “maiali”. “Questo atto provocatorio – scrive oggi l’Anpi di Milano – si richiama, per le sue caratteristiche, alla matrice eversiva dell’estrema destra. Mentre ci appelliamo alle autorità pubbliche perché sia fatto tutto il possibile per individuare gli autori di questa gravissima provocazione che offende Milano, Città Medaglia d’Oro della Resistenza, esprimiamo la nostra piena solidarietà e vicinanza all’Istituto pedagogico della Resistenza”.

I carabinieri, andati sul posto ieri sera, stanno indagando anche per vedere se si riescono a trovare impronte digitali conosciute su quel foglio lasciato a terra, scritto con un pennarello in stampatello appuntito. Il danno era stato riscontrato ieri mattina alle 11 da un gruppo di frequentanti l’Istituto. I vandali sono entrati rompendo il vetro di una finestra dei locali accanto alla sede, il centro territoriale di recupero piccoli, struttura dell’ospedale San Carlo dedicata ai bambini con disagi. Dopo essere passati da quella finestra, hanno sfondato una porta e sono passati all’interno del locale dell’Istituto Pedagogico della Resistenza. “Il loro gesto è stato uno sfregio”, dice Angela Persici, presidente dell’Istituto. “Hanno distrutto, rotto, buttato all’aria, e anche rubato soldi: 750 euro che per noi sono tantissimi, visto che siamo tutti volontari”.

Fonte: milano.repubblica

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...