25 Aprile 2016 è una festa?


71 anni sono passati dal 1945 una generazione che ha vissuto la guerra civile italiana sta lentamente scomparendo, la vita è inesorabile, mentre vorremmo che quei testimoni rimanessero in vita per continuare a raccontarci cosa fu la guerra di liberazione ora ci si deve affidare alle memorie scritte, ai video raccolti.

Anche quest’anno le piazze si riempiono per ricordare, corone nuove sostituiscono le vecchie, la parola Resistenza rivive in questo giorno per poi sbiadire lentamente nei successivi 365 giorni dell’anno.

Da momento di meditazione, di raccoglimento questo giorno si è lentamente trasformato in festa popolare, pranzi concerti, offerte commerciali sparse per tutta Italia, ma da festeggiare quest’anno c’è veramente poco.

L’ideologia apparentemente sconfitta nella guerra civile, l’ideologia che sparse stragi di civili cercando di stroncare la Resistenza armata dei partigiani, sta rialzando la testa non solo in Italia.

La destra più becera, ma ne esiste una non becera?, si sta riappropriando di spazi abbandonati dalla politica, nuovi esseri considerati inferiori stanno diventando l’obiettivo di questi infami.

Sempre più la storia si sta ripetendo, con squadre di neofascisti che percorrono le strade delle nostre città, gli stessi partiti eredi di quel COMITATO di LIBERAZIONE NAZIONALE (CNL) stanno tradendo le promesse i sogni di chi è morto per una nazione più giusta, democratica.

La nostra Costituzione malamente applicata in questi lunghissimi 71 anni la si vuole stravolgere, modificare, annientare come un vecchio vestito dismesso vecchio o peggio ancora non più alla moda.

Quest’anno si è dedicata la giornata contro i nazifascismo, di vittoria del popolo, a due mercenari che nel loro esercizio di guardie private hanno ucciso due pescatori, che relazione ci sia con la resistenza non ne ho idea.

Oggi i politici parleranno, l’ipocrisia sarà regina da domani gli stessi politici continueranno a devastare il cuore della nostra storia.

C’è bisogno di resistenza ogni giorno di più, ma di quella RESISTENZA di antichi concetti di antica voglia di combattere.

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

1 thought on “25 Aprile 2016 è una festa?”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...