Lodi, i militanti dell’ultradestra fanno il bis: omaggio a Ramelli con saluto romano sulla tomba


I militanti di Lealtà e Azione e Forza Nuova nel cimitero, scene simili a quelle della parata nera di Milano che ha dato il via a un’inchiesta per “manifestazione fascista”

Una scena che si ripete, dopo i saluti romani nel cimitero di Milano per ricordare i caduti della Repubblica Salò nel giorno del ricordo di Sergio Ramelli, lo studente di 19 anni  militante del Fronte della Gioventù ucciso a Milano il 29 aprile 1975. Oggi, a distanza di una settimana, proprio sulla tomba del giovane, sepolto nella tomba di famiglia di origini lodigiane nel cimitero Maggiore di Lodi, un centinaio di militanti di Lealtà Azione e di Forza Nuova sono tornati a farsi vedere con il braccio destro alzato. “Ricordiamo chi fu vilmente assassinato perché non rinunciò a difendere la sua idea”, hanno detto i partecipanti che alla fine al grido di ‘Camerata Sergio Ramelli, presente’, hanno evocato il saluto romano.

Come racconta l’agenzia Ansa, circa 100 i neofascisti che si sono ritrovate nel cimitero dove hanno deposto mazzi di fiori, un migliaio quelle che si erano radunate a Milano.

Fonte: repubblica.it

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...