“Facciamo rinascere un campo tedesco prima della Liberazione”, iniziativa shock nel centro di Cologno


Organizzata a pochi giorni dal 25 Aprile da un’associazione che vanta richiami nazisti è patrocinata dal Comune leghista della cittadina milanese. L’Anpi: “Provocazione che offende la memoria”

di PAOLO BERIZZI

Un campo militare tedesco allestito di fronte al municipio, alla vigilia del prossimo 25 aprile, 73° anniversario della Liberazione dal nazifascismo. L’iniziativa shock – patrocinata dal Comune di Cologno Monzese, a guida leghista, attraverso l’assessorato alla cultura – si intitola “La vita di campo di un reparto di fanteria tedesco nelle settimane precedenti la Liberazione”. A promuoverla, il gruppo 36 Fusilier Kompanie – un’associazione militare commemorativa che sfoggia apertamente insegne naziste. Il caso è questo: il 20 e 21 aprile davanti a villa Casati, sede del Comune di Cologno, verrà riprodotto il campo militare per rievocare i giorni dell’occupazione tedesca.

Dal settembre 1943 alla primavera 1945 le truppe naziste svolsero nel nord Italia, e anche nella provincia di Milano, proprio la funzione di esercito di occupazione: ed è in quel periodo, a Cologno Monzese, che nove cittadini furono deportati e uccisi nei campi di concentramento. Anche per questo l’evento annunciato pare a dir poco inopportuno. Così come fa discutere il sostegno da parte dell’amministrazione. L’Anpi di Milano parla di un’iniziativa provocatoria in aperto contrasto con il significato e il valore del 25 aprile. “La rievocazione del campo militare offende la memoria dei cittadini di Cologno Monzese che lottarono per la libertà e che furono deportati nei lager nazisti. Chiediamo – dice Roberto Cenati – all’amministrazione comunale la revoca immediata di questa grave e inaccettabile decisione”. La stessa richiesta arriva dal Pd milanese. “E’ un’iniziativa intollerabile e vergognosa”, attacca il segretario cittadino dem Pietro Bussolati.

 

Annunci

Autore: Comandante Lupo

Ho ricercato e raccolto storie di vita, di guerra, di resistenza. Ne ho pubblicate, altre sono ancora da scrivere. Sono sempre alla ricerca di nuove storie se vuoi aiutarmi nella ricerca contattami.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.