Il massacro dei 320


Opuscolo stampato a Roma nell’immediato dopoguerra che racconta i fatti, le testimonianze del massacro delle Fosse Ardeatine.

E’ possibile scaricare il testo a questo link

Alla prossima seduta! Disse l’Onorevole Matteotti


Questo opuscolo fu stampato clandestinamente dal partito socialista, e diffuso clandestinamente nel periodo del regime fascista.

Lo si può scaricare a questo link

Aufmerksamkeit auf Banden


Norme di comportamento emesse dal Comando Militare Tedesco per la lotta ai partigiani.

Continua a leggere “Aufmerksamkeit auf Banden”

PRIMAVERA 1945


Grida lontane … confuse … poi vicine, più chiare rompono il silenzio della siesta nel piccolo borgo.

-Stanno arrivando, sono già alla Sciaretta, hanno detto che vogliono trovare tutte le finestre spalancate … spareranno contro le persiane socchiuse … vogliono vedere tutte le donne affacciate alle finestre, ai balconi, ai muretti, le mani bene in vista –

Continua a leggere “PRIMAVERA 1945”

RICORDO DI NICO LAZZARO


L’ho conosciuto a Cannero, scoprimmo che avevamo frequentato lo stesso liceo: “Scuola Malagugini”  … mitica! … indimenticabile!

I migliori professori di Milano, radiati dalle scuole del “Regime”, ci parlarono di democrazia, del
valore della libertà e della dignità dell’uomo, ma soprattutto ci insegnarono a pensare mentre nelle scuole pubbliche si insegnava a credere, obbedire, combattere!

 

Continua a leggere “RICORDO DI NICO LAZZARO”

IL MURETTO SULLO STRADONE


A volte può capitare che un luogo, un luogo qualunque, faccia da sfondo a episodi tra loro diversi e
lontani nel tempo. Ha un significato tutto ciò … o è solo un caso?

Ho trascorso molte estati della mia vita a Cannero; quand’ero bambina passavo la mattinata al “lido” tra nuotate e giochi sulla spiaggia; a mezzogiorno io e mia sorella tornavamo a casa in gruppo con gli amici.

Continua a leggere “IL MURETTO SULLO STRADONE”

IL VECCHIO POLLAIO


La casa del lago aveva tre giardini a livelli diversi, si passava dall’uno all’altro mediante scale di pietra.
In realtà quello in alto non era un giardino, ma una striscia di terra lunga e stretta, in fondo c’era un vecchio pollaio che conteneva tutto fuorché galline.

Continua a leggere “IL VECCHIO POLLAIO”

IL PONTE SUL TORRENTE SAN GIOVANNI


Buon compleanno, Francesco, …… i tuoi vent’anni …… i miei vent’anni …… un abisso! Vorrei raccontarti tante cose di quel tempo lontano, non per parlarti della tua nonna, ma per darti un’idea della vita dei giovani di allora …… c’era la guerra …… momenti di angoscia, di paura, ma anche momenti di grande solidarietà e coraggio! Ho già provato a scrivere qualcosa, ma mi prende l’ansia, il cuore batte veloce e il foglio resta bianco.

Continua a leggere “IL PONTE SUL TORRENTE SAN GIOVANNI”

LA CAPPELLA DI SAN GIUSEPPE


Piove ….. nessuna voglia di uscire , ma che fare in casa tutto il pomeriggio? Metterò ordine nei cassetti della scrivania, lavoro noiosissimo che continuo a rimandare … quanta carta, cos’è questo foglio ingiallito? E’ una mappa di Cannero e dintorni.

Mi siedo in poltrona, chiudo gli occhi per meglio assaporare il fluire dei ricordi ….. ho trascorso a Cannero tutte le estati dell’infanzia e dell’adolescenza, avevo diciassette anni quando è scoppiata la guerra; terminato il liceo rimasi a Cannero anche d’inverno, a Milano erano iniziati i bombardamenti.

Continua a leggere “LA CAPPELLA DI SAN GIUSEPPE”

Racconti di Nedda Carcupino


Ringrazio la Signora Nedda per avermi autorizzato a pubblicare i suoi racconti. Momenti di vita del periodo bellico di una famiglia sfollata da Milano a Cannero sul Lago Maggiore.  Dove  seguirono  la Resistenza, la lotta partigiana, il sorgere della Repubblica dell’Ossola.

Li troverete nella sezione Testi