26 marzo


1926 – Castelforte (MN)

Nasce a Castelforte (MN) Gazzani Danilo, «Piccolo», entrò nella Resistenza grazie ai contatti con Enzo Corticelli e Dante Lodi per evitare di essere militarizzato e di essere posto al servizio dei tedeschi. Militò nella 7a brg GAP Gianni Garibaldi e operò ad Anzola Emilia. Nell’ottobre 1944 partecipò all’azione di rappresaglia contro i fascisti che, a Tavernelle (S. Giovanni in Persiceto), uccisero Ottorino Finelli. Il 7/11/44 prese parte alla battaglia di porta Lame. La notte del 3/12/44 i tedeschi circondarono la casa colonica Guermandi a S. Giacomo del Martignone (S. Giovanni in Persiceto) dove era ospitato con altri partigiani.

Continua a leggere “26 marzo”

Annunci

25 marzo


1923 – Baigno (Camugnano – BO)

Alcuni fascisti imbrattarono un cartello con la scritta “Cooperativa socialista”, posto sullo stabile dove abitava a Baigno (Camugnano) Venturi Giuseppe. Venturi scese in strada per fare cessare l’atto di vandalismo e fu affrontato dall’avanguardista Arrigo Carlo Tonelli di Iside di 16 anni e residente a Camugnano, il quale lo uccise con un colpo di rivoltella. Il 18/7/23 il Tonelli fu condannato a 2 anni e 15 giorni per legittima difesa, anche se il Venturi non era armato.

Continua a leggere “25 marzo”

Eccidio di Solco di Lesa (Novara)


24 marzo 1945

All’albergo “Bellavista” di Boveno, vi è alloggiato il comando nazista e nei suoi sotterranei sono rinchiusi i partigiani ed ostaggi civili catturati nei vari rastrellamenti nel Cusio, nel Verbano e nell’Alto Vergante.Il comandante della piazza è il cap. Stamm e per questo l’albergo viene chiamato più frequentemente “pensione Stamm”.

Continua a leggere “Eccidio di Solco di Lesa (Novara)”

23 marzo 1944 – Roma


L’attentato di via Rasella del 23 marzo 1944 continua a stimolare posizioni revisionistiche che lo vorrebbero ridurre a «terrorismo». Ma durante la guerra erano gli stessi comandi inglesi a considerarlo un legittimo atto di resistenza

Continua a leggere “23 marzo 1944 – Roma”

Adriano Lipparini


Nome di battaglia  Colonnello nasce a Pianoro il 29/4/1924. Militò nella brigata Stella rossa Lupo e operò a Marzabotto. Con otto partigiani la sera del 27/9/44 si trasferì nella casa colonica di Cadotto, dove si portarono, il giorno seguente, Mario Musolesi, Gino Gamberini e Giovanni Rossi. All’alba del 29/9/44 «una giornata di pioggia, nebbia e vento», il gruppo fu svegliato dal fuoco di ingenti forze nazifasciste.

Continua a leggere “Adriano Lipparini”

22 marzo 1944


Campo di Marte – Firenze

Il 22 marzo, sotto la torre di Maratona dello Stadio di Campo di Marte, vengono fucilati Antonio Raddi, Guido Targetti, Leandro Corona, Ottorino Quiti, Adriano Santoni.  Erano stati rastrellati nei giorni precedenti, la loro colpa era quella di non aver risposto al Bando di Graziani (la chiamata alla leva da parte della Repubblica Sociale Italiana).

Continua a leggere “22 marzo 1944”

Tullo Centurioni


Nasce a Dolcè, in provincia di Verona, il 9 aprile 1912 da Giuseppe e Olivia Marcotto.
Prestò servizio di leva presso il Regio Esercito dal 1932 al 1934, e l’8 settembre 1936 si arruolò nella Regia Guardia di Finanza, entrando nella scuola Alpina di Predazzo in Val di Fiemme, una valle in provincia di Trento.

Continua a leggere “Tullo Centurioni”