7 marzo


1893

Nasce a Dozza Amilcare Rossi. Giovanissimo inizio la sua attività politica negli anarchici. Nel 1914 fu schedato per la sua attività politica e nel 1917 disertò dall’esercito. Il 1° maggio a Imola fu ferito a colpi d’arma da fuoco dal fascista Mario Valdrè, responsabile del ferimento di altri antifascisti e dell’uccisione di Giuseppe Nanni. Negli anni seguenti il regime fascista lo mise sotto controllo.Durante la lotta di liberazione fu attivo nel btg Ruscello della 7a brg GAP Gianni Garibaldi e operò a Imola.

Continua a leggere “7 marzo”

Annunci

Brigata Giustizia e Libertà Montagna


È il nome ufficiale della I brg GL di Bologna. Non fu dedicata, come la maggior parte delle formazioni bolognesi, ad un caduto – anche se era stato proposto il nome d’Ezio Cesarini – e non ebbe un numero progressivo.

Continua a leggere “Brigata Giustizia e Libertà Montagna”

4 marzo


1933

Viene rilasciata dopo sei mesi di carcere preventivo con la condanna a due anni di ammonizione comminatale dall’apposita commissione provinciale Cavina Estella. Mondina, fu tra le animatrici dello sciopero nelle risaie del medicinese svoltosi il 15, 16 e 17/6/31, che costrinse il padronato, nonostante l’appoggio delle squadre fasciste, a riconoscere le rivendicazioni tariffarie delle lavoratrici.

Continua a leggere “4 marzo”

3 marzo


1925 –  Sesto Imolese

I fascisti uccidono, a colpi di pistola, il socialista Attilio Vannini. Attilio Vannini era stato accusato di avere fatto parte del gruppo che l’1/1/23 provocò la morte del fascista Alessandro Baldini dʼImola. Per evitare rappresaglie, espatriò clandestinamente in Francia.

Continua a leggere “3 marzo”

Gli scontri di Baragazza


Il 29.8.1921 a Baragazza (Castiglione de’ Pepoli), si ebbero due scontri tra fascisti e antifascisti, nel corso dei quali perse la vita la signora Emma Cremonini.

Continua a leggere “Gli scontri di Baragazza”

Brigata 7a GAP Gianni Garibaldi.


Nel settembre-ottobre 1943 il PCI organizzò a Bologna città alcuni gruppi armati per attentati contro gerarchi del rinato partito fascista e comandi tedeschi, oltre che luoghi di ritrovo dei militari nazifascisti, quali ristoranti, circoli, case di tolleranza ecc. I primi dirigenti di questi gruppi furono Luigi Gaiani, Vittorio Ghini “Locati”, Walter Nerozzi e Remigio Venturoli.

Continua a leggere “Brigata 7a GAP Gianni Garibaldi.”

Gli scioperi del marzo 1944


Lo sciopero generale attuato nel Nord Italia dall’1 all’8 marzo 1944 costituì  l’atto conclusivo di una serie di agitazioni cominciate, in forme e modalità diverse, già nel settembre 1943, all’indomani della costituzione della Repubblica Sociale Italiana e dell’occupazione tedesca, e sviluppatesi soprattutto nei mesi di novembre e dicembre.

Continua a leggere “Gli scioperi del marzo 1944”