14 febbraio


14 febbraio 1923

Enrico Mazzetti n. il 4/6/1888 a S. Benedetto Val di Sambro. Mendicante. Il 14/2/1923 mentre si aggirava per le strade del comune di Crespellano venne ucciso a bastonate da una squadra di fascisti per ragioni che non furono appurate. I fascisti dissero che molestava i passanti.

 

Diana Sabbi si racconta


Alla Resistenza ho aderito perché la mia famiglia era antifascista.
Due fratelli di mia madre, Aldo e Armando Benni, entrambi comunisti, nel 1933 furono arrestati e condannati dal Tribunale speciale: in particolare dal loro ritorno i discorsi sul fascismo, sulla guerra, sul socialismo erano cosa di ogni giorno. La fiducia nell’ideale socialista e la costanza nel lavoro clandestino che animava i miei zii, nonostante le sofferenze materiali (mancanza di lavoro, mai un soldo in tasca, continua sorveglianza speciale) divenne la mia fiducia e la mia speranza.

Continua a leggere “Diana Sabbi si racconta”

Prode la testimonianza di un pianorese che visse la guerra e l’internamento in Germania


Sono nato a Pianoro nello stesso anno che il fascismo uccideva Giacomo MATTEOTTI (1924), in pratica all’inizio del ventennio della dittatura fascista; nei primi giorni di gennaio del 1925, infatti, Mussolini dichiarava in Parlamento di assumersi tutte le responsabilità di quanto si era e si sarebbe verificato nel Paese.

Continua a leggere “Prode la testimonianza di un pianorese che visse la guerra e l’internamento in Germania”

26 maggio 1944 Monte Carzolaro (BO)


Il 26 maggio 1944 i nazifascisti eseguono un rastrellamento nella zona in uno scontro a fuoco cadono cinque partigiani tra cui un pianorese Collina Adelmo di 19 anni.

Dei cinque partigiani si conoscono solo i nomi di quattro:

collina adelmo caduto il 26 maggio 1944
collina adelmo caduto il 26 maggio 1944

Collina Adelmo, “Delmo”, nato il 16/4/1925 a Loiano. Occupazione meccanico. Militò nella 36ª brg Bianconcini Garibaldi e operò sullʼAppennino tosco-emiliano. Il 10/5/1944,  mentre era in marcia di trasferimento da Monte Faggiola al Cimone della Bastia, con altri 7 partigiani, cadde in unʼimboscata fascista su Monte Carzolano, in località Casetta di Tiara (Firenzuola – FI). Fu ucciso con i suoi compagni.
Continua a leggere “26 maggio 1944 Monte Carzolaro (BO)”

Quirino Rocca


Sono nato il 16 settembre 1927 a Pianoro da Rocca Vincenzo e Tedeschi Bernardina. Questo cognome di mia madre mi ha portato fortuna. Quando la 62a brigata fu praticamente disfatta e tentarono di passare il fronte e gli spararono contro sia gli americani che i tedeschi, Oscarone, Oscar Franceschini, venne lì nel rifugio dove eravamo noi e era morta sua sorella con una cannonata.

Continua a leggere “Quirino Rocca”

12 Maggio 1944


Il comando delle SD delle SS annuncia di avere condannato a morte 20 patrioti, ma di averne fucilati 8 il 5 aprile scorso. Sono Aldo Celli, Enzo Corti, Dino Ravaglioli, Giuseppe Caligatti, Stanislao Chercl, Felice Potunech, Nello Bandini, Aldo Ragazzini.

Continua a leggere “12 Maggio 1944”

Le fosse di San Ruffillo 10 febbraio 1945


I boati del fronte scandivano quotidianamente, giorno e notte, ogni minuto della vita-non vita dei pochi abitanti di San Ruffillo, modesta borgata all’estremo sud di Bologna.

Continua a leggere “Le fosse di San Ruffillo 10 febbraio 1945”