Risorse (in)umane: la rigenerazione della forza lavoro tedesca nei lager nazisti


di Armando Lancellotti

Fabrice d’Almeida, Il tempo degli assassini. I guardiani dei campi di concentramento e le loro attività ricreative (1939-1945), Ombre Corte, Verona, 2015, pp.175, € 16,00

«Giuro che sarò fedele e obbedirò ad Adolf Hitler, capo del Reich e del popolo tedesco, e che svolgerò coscientemente e disinteressatamente i miei doveri di servizio». (p. 40)
Pronunciando queste parole uomini e donne tedesche assumevano il ruolo di guardiani dei lager e contemporaneamente anche un potere pressoché illimitato sui detenuti intrappolati nel terribile sistema concentrazionario dei KL nazisti, i Konzentrationslager.

Continua a leggere “Risorse (in)umane: la rigenerazione della forza lavoro tedesca nei lager nazisti”

Annunci

Giorno della Memoria, l’Italia “espulsa” da Auschwitz. Smantellato il Memoriale: finirà vicino a un Ipercoop


L’OLOCAUSTO 71 ANNI DOPO – Il museo del lager non accettava più i richiami al comunismo presenti nell’opera firmata, tra gli altri, da Primo Levi. Così dopo l’ultimatum della direzione, l’Associazione degli ex deportati è stata costretta a smontarla e portarla a Firenze: “Da Prodi a Renzi, tutti ci hanno lasciati soli” di Ilaria Lonigro
Continua a leggere “Giorno della Memoria, l’Italia “espulsa” da Auschwitz. Smantellato il Memoriale: finirà vicino a un Ipercoop”

Si è spenta un altra voce, ma le sue parole rimangono


Era di cenere il cielo sopra Auschwitz. Lo ricordava bene Elvia Bergamasco. Lo ha ricordato fino ai suoi ultimi giorni, fino a quando domenica mattina, alla Quiete di Udine, nel giorno del suo 88esimo compleanno, se n’è andata via per sempre.

Aveva 17 anni quando fu deportata. Lei, giovane staffetta partigiana originaria di Manzano è arrestata nell’estate del 1944 da un comando delle Ss nella polveriera vicino a Gorizia dove lavorava.

A tradirla è stata una donna. Le dicono che andrà a lavorare in Germania. Ma il vagone piombato dentro cui sale stipata con decine di donne torturate la porta a Birkenau.

«Ovunque – scrisse nel suo libro “Cielo di cenere” – odore di morte». È buio quando arriva nel frastuono assordante dell’abbaiare dei cani. Non è più una persona, è solo il numero 88653.
Continua a leggere “Si è spenta un altra voce, ma le sue parole rimangono”

Ecco il violino della Shoah. La sua voce salvò Renzo


Il dono della sorella al ragazzo ventenne sul treno per Auschwitz. Esposto in occasione del primo «Stradivari Memorial day» con altri rari strumenti di Gilberto Bazoli
Continua a leggere “Ecco il violino della Shoah. La sua voce salvò Renzo”

Dall’Italia niente soldi per Auschwitz


Nel campo di sterminio nazista morì oltre un milione di persone, tra cui oltre 5000 italiani. Ma lo Stato Italiano non ha versato una lira per il fondo che si occupa di preservare la memoria dello sterminio- Continua a leggere “Dall’Italia niente soldi per Auschwitz”

La tragica e perduta vicenda della dottoressa Zamorani


Recuperate foto e informazioni della pediatra morta nel ’44 ad Auschwitz

Continua a leggere “La tragica e perduta vicenda della dottoressa Zamorani”

Usa, arrestato ex guardiano di Auschwitz: viveva a Philadelphia da dopo la guerra


L’inchiesta a carico di Johann Breyer, di origine ceca, era partita nel 2012 dalla Germania. Interrogato, ha ammesso di essere entrato nelle Ss e negato di aver preso parte a crimini

Continua a leggere “Usa, arrestato ex guardiano di Auschwitz: viveva a Philadelphia da dopo la guerra”