La notte


Ho visto altre impiccagioni, ma non ho mai visto un condannato piangere, perché già da molto tempo questi corpi inariditi avevano dimenticato il sapore amaro delle lacrime.
Tranne che una volta. L’Oberkapo del 52° commando dei cavi era un olandese: un gigante di più di due metri. Settecento detenuti lavoravano ai suoi ordini e tutti l’amavano come un fratello. Mai nessuno aveva ricevuto uno schiaffo dalla sua mano, un’ingiuria dalla sua bocca.
Aveva al suo servizio un ragazzino un pipel, come lo chiamavamo noi. Un bambino dal volto fine e bello, incredibile in quel campo. Continua a leggere “La notte”

Inter-Bologna dedicata a Arpad Weiz


La partita dei quarti di Coppa Italia è dedicata all’allenatore Arpad Weiz che negli anni trenta allenò le due squadre. Una carriera piena di successi finita a causa delle Leggi Razziali.
Continua a leggere “Inter-Bologna dedicata a Arpad Weiz”

Genova inizia il rastrellamento degli ebrei 2 novembre 1943


Genova, pomeriggio del 2 novembre 1943.
Alle ore 17 gli uffici della Comunità Ebraica di Via Bertora sono regolarmente aperti quando all’improvviso due Obersherfuhrers del Judische Bureau, accompagnati da un interprete italiano, certo Luzzatto, e scortati da 22 soldati delle SS, sfondano la porta dell’edificio e arrestano il custode Bino Polacco intento a giocare con i suoi due figli, Carlo e Roberto.
Continua a leggere “Genova inizia il rastrellamento degli ebrei 2 novembre 1943”

Trieste 9 ottobre 1943


Avviene la prima retata di ebrei, nel giorno di Kippur, il grande digiuno penitenziale. Verranno internati nella Risiera e da lì deportati ad Auschwitz. Inizia anche in Italia l’adempimento della Soluzione Finale verranno rastrellate migliaia di ebrei e deportati verso i campi di sterminio.
Continua a leggere “Trieste 9 ottobre 1943”

1 settembre 1938 LE LEGGI RAZZIALI


Primi provvedimenti razzisti del Consiglio dei Ministri: espulsione degli ebrei stranieri; ritiro della cittadinanza agli ebrei divenuti italiani dopo il 1918; esclusione dall’insegnamento nelle scuole statali di ogni ordine e grado; divieto di iscrizione alle scuole secondarie e raggruppamento in sezioni speciali nelle scuole elementari.

Ai negazionisti, a chi dice che in Italia gli ebrei sono stati meglio che in Germania perchè il fascismo era più tollerante, per i giovani che difficilmente riescono ad approfondire l’argomento sui testi scolastici, perchè non si ripeta MAI più. La testimonianza di Ada Basevi Cesana che ha vissuto sulla propria pelle le leggi razziali

Continua a leggere “1 settembre 1938 LE LEGGI RAZZIALI”

Stormfront contro Balotelli: «Negro ed ebreo» La protesta della comunità ebraica: «Ora basta»


Il sito neonazista contro il calciatore in visita ad Auschwitz
Daniele Nahum: «Bisogna applicare la legge Mancino» Continua a leggere “Stormfront contro Balotelli: «Negro ed ebreo» La protesta della comunità ebraica: «Ora basta»”