Efrem Benati


Benati Efrem «Gianni» nasce il 23 gennaio 1926 a San Giovanni in Persiceto.

Combatte nel distaccamento «Tarzan» della 7a brigata Garibaldi GAP «Gianni» ad Anzola dell’Emilia.

Continua a leggere “Efrem Benati”

L’attività militare della 62ª Brigata Camicie Rosse Garibaldi nei bollettini CUMER


La storia combattente della 62.a Brigata Camicie Rosse Garibaldi attraverso i bollettini del C.U.M.E.R.

Continua a leggere “L’attività militare della 62ª Brigata Camicie Rosse Garibaldi nei bollettini CUMER”

Gino Borghi la sua storia


Diario del figlio di uno schedato politico dagli anni 20 in poi. Ha combattuto nella 63.a brigata Bolero Garibaldi.

Continua a leggere “Gino Borghi la sua storia”

Vernice bianca sul murales di Zerocalcare per il partigiano Prono: troppo comunista


I vandali hanno imbrattato la stella rossa che campeggia nel mezzo del graffito che ricorda il giovanissimo membro della Resistenza fucilato nel marzo del ’44. La denuncia di un consigliere, indagano i carabinieri di CARLOTTA ROCCI
Continua a leggere “Vernice bianca sul murales di Zerocalcare per il partigiano Prono: troppo comunista”

16 Agosto 1944 Rimini


Nella piazza principale di Rimini vengono impiccati tre partigiani.

Continua a leggere “16 Agosto 1944 Rimini”

Banden! Waffen Raus!


Willy Beckers
Banden! Waffen raus!
L’ultimo inverno di lotta partigiana nella collina bolognese
con uno scritto introduttivo di Beltrando Pancaldi “Ran”
Collana “Il servitor di piazza”, Edizioni Alfa, Bologna, 1965

Continua a leggere “Banden! Waffen Raus!”

Celestino Cassoli (Nome di battaglia Celeste)


Nasce il 3 agosto 1906 a Bologna. Nel 1926, non si iscrive al Partito Nazionale Fascista, è eletto segretario del sindacato calzolai; il 1° maggio alla Crocetta (Bologna) appende la bandiera rossa ai fili del tram. Dimessosi dallʼincarico di sindacalista si trasferisce a Casalecchio di Reno dove svolge propaganda antifascista e si batte contro la guerra dʼAbissinia. Continua a leggere “Celestino Cassoli (Nome di battaglia Celeste)”

Alcide Leonardi (Nome di battaglia Luigi)


Nasce il 18 luglio 1905 a Ciano dʼEnza (RE). Nel 1923 si iscrive alla FGCI. Per lʼattività antifascista svolta viene perseguitato e il 5 settembre 1926 lascia Reggio Emilia e espatria in Francia. Dal 1931 al 1934 dallʼesilio rientra più volte in Italia per compiere numerose missioni di corriere del Partito Comunista Italiano. Nel settembre 1936, dopo lʼattacco alla repubblica spagnola da parte dei rivoltosi capeggiati da Francisco Franco, si trasferisce in Spagna e il 10 dicembre 1936 viene aggregato al 1° battaglione Garibaldi comandato da Guido Picelli; più tardi ne divenne il commissario politico.

Continua a leggere “Alcide Leonardi (Nome di battaglia Luigi)”

Amedeo Mazzoni


Nasce il 2 novembre 1919 a CastelMaggiore. Si iscrive al Partito Comunista Italiano nel 1944. Nell’estate partecipa a Sabbiuno (Castel Maggiore) a due riunioni per la preparazione delle proteste popolari del settembre. Il 3 settembre 1944 partecipa alla prima grande manifestazione antifascista organizzata in un Comune della pianura alla quale parteciparono 600 persone tra cui 200 donne. Continua a leggere “Amedeo Mazzoni”

Giovanni Cerbai (Nome di battaglia Giannetto)


Nasce il 10 settembre 1912 a Camugnano. Emigra in Corsica insieme ai suoi familiari.

Diventa membro del Partito Comunista Italiano. Nell’ottobre del 1936 insieme a un numeroso gruppo di antifascisti parte per la Spagna. Combatte nella brigata Garibaldi. Partecipa a numerosissimi combattimenti col grado di sergente. Viene ferito il 16 giugno 1937 a Huesca. Guarito ritorna al fronte. Lascia la Spagna il 7 febbraio 1939. Viene internato nei campi di concentramento di Saint-Cyprien, di Curs e di Vernett dʼAriège. Dopo lʼoccupazione tedesca della Francia fu trasferito in Italia e il 30 maggio 1941 condannato a 4 anni di confino e internato nellʼisola di Ventotene (LT).

Liberato nellʼagosto 1943, contribuisce alla riorganizzazione del Partito Comunista Italiano a Camugnano e alla formazione di nuclei partigiani.

Continua a leggere “Giovanni Cerbai (Nome di battaglia Giannetto)”