Dina Musolesi


Nasce il 17 ottobre 1918 a S. Benedetto Val di Sambro. Milita nella 62a brigata Camicie rosse Garibaldi e nella brigata Stella rossa Lupo. Successivamente passa allʼ8a brigata Masia GL e viene impiegata al SIM e opera a Bologna. Quando viene informata che il marito Ubaldo Musolesi è uno dei 13 partigiani trucidati il 10 ottobre 1944 nella piazzetta a lato del ponte ferroviario a Casalecchio di Reno si reca sul luogo dellʼeccidio e ne parla nelle sue memorie. Le è stata conferita la croce al merito di guerra.  Continua a leggere “Dina Musolesi”

Annunci

1 settembre 1944 Parma


La notte del 30 agosto dalla “caserma” di via Walter Branchi ormai affollata di antifascisti e di loro famigliari, sequestrati e segregati, vennero prelevati sette prigionieri e trascinati, già moribondi per le percosse subite durante la detenzione, in piazza Garibaldi. Continua a leggere “1 settembre 1944 Parma”

Giuseppe Betti (Nome di battaglia Ridô)


Nasce il 25 agosto 1927 a Lugo (RA). Partecipa ad uno sciopero operaio nel 1943 facendo azioni di propaganda. Milita come capo squadra nella 36a brigata Bianconcini Garibaldi, viene arrestato il 14 marzo 1945 ed incarcerato nella Rocca di Imola. Torturato a lungo. Continua a leggere “Giuseppe Betti (Nome di battaglia Ridô)”

14 agosto 1944 – 14 agosto 2014 un anniversario mancato


Settant’anni da quella mattina in cui una ragazza di 29 anni viene scaricata dalle brigate nere in via Meloncello davanti all’abitazione dove vivevano i suoi genitori. Una ragazza di nome Irma Bandiera. Continua a leggere “14 agosto 1944 – 14 agosto 2014 un anniversario mancato”

Rinaldo Veronesi (Nome di battaglia Giuseppe)


Nasce il 4 agosto 1923 a Calderara di Reno. Viene arruolato nella Repubblica Sociale Italiana, ma dopo poco tempo diserta ed entra nelle fila della 63ª brigata Bolero Garibaldi con funzione di commissario politico di battaglione e combatte a Calderara di Reno. La notte del 24 luglio 1944, in uno scontro a fuoco con i brigatisti neri e tedeschi viene gravemente ferito catturato dai brigatisti neri, è trasferito nell’Ospedale civile di S. Giovanni in Persiceto. Dopo circa 40 giorni, viene incluso in una lista di ostaggi da fucilare. Continua a leggere “Rinaldo Veronesi (Nome di battaglia Giuseppe)”

Francesca Edera De Giovanni (Nome di battaglia Edera)


Nasce il 17 luglio 1923 a Monterenzio. Negli ultimi giorni del gennaio 1943, mentre si trova in un locale pubblico, a Savazza (Monterenzio), si avvicina a un impiegato comunale e, indicando la camicia nera che portava sotto la giacca, dice: «Queste camicie nere… fra qualche anno dovranno scomparire». A causa di una denuncia anonima, viene arrestata il 28 gennaio.

Interrogata dai carabinieri, ammette di avere pronunciato la frase, ma in tono scherzoso perché la camicia non era pulita. Dopo 15 giorni di carcere viene diffidata e liberata. Continua a leggere “Francesca Edera De Giovanni (Nome di battaglia Edera)”

Bruna Pezzoli (Nome di battaglia Lina) Staffetta


Nasce il 17 maggio 1923 a Castenaso. Con lʼinizio della guerra di liberazione, la sua casa colonica, a Corticella (Bologna), viene trasformata in una base della 7.a brigata GAP Gianni Garibaldi, nella quale milita.  Continua a leggere “Bruna Pezzoli (Nome di battaglia Lina) Staffetta”