Il diario di prigionia di Magda Minciotti tra Resistenza e deportazione


Anna Paola Moretti, Considerate che avevo quindici anni. Il diario di prigionia di Magda Minciotti tra Resistenza e deportazione, Affinità Elettive, Ancona 2017, pp. 313.

Questa pubblicazione consta di due parti ben distinte e allo stesso tempo inaspettatamente coese: il diario di una adolescente, rara testimonianza femminile del lavoro coatto, e due saggi di Anna Paola Moretti.

Continua a leggere “Il diario di prigionia di Magda Minciotti tra Resistenza e deportazione”

Annunci

Eccidio Civitella Val di Chiana – Diario di un sopravvissuto


Da un mio articolo precedentemente pubblicato è nata una corrispondenza con  Guido Centeni-Romani, figlio di Enrico Centeni-Romani che assistette all’eccidio compiuto dai nazisti a Civitella Val di Chiana il 29 giugno 1944. Gentilmente mi ha inviato il diario che suo padre scrisse in quei giorni tremendi, diario che troverete in questa pagina. Lo considero un bellissimo omaggio, perchè come scrive Giudo Centeni-Romani questo diario sebbene sia stato donato all’archivio dei diari della Pieve Santo Stefano è rimasto fino ad oggi “chiuso” in un cassetto. Con questo suo contributo, oltre che a ricordare il padre, fa rivivere quei tragici giorni. Per non dimenticare, ancora grazie a  Guido Centeni-Romani

Continua a leggere “Eccidio Civitella Val di Chiana – Diario di un sopravvissuto”

Arrigo Boldrini – Diario di Bulow


Arrigo Boldrini – Diario di Bulow

Vangelista Editore

Prefazione di Giancarlo Pajetta

Chi voglia conoscere che cosa sia stata la nostra guerra partigiana, come l’abbiamo organizzata e condotta, che uomini abbiano dato vita alle nostre formazioni e come, nel lavoro quotidiano e nel combattimento, altri ancora siano stati formati come uomini nuovi capaci di essere guide ed esempio, deve leggere questo libro. E chi, in questo contesto generale che non è soltanto quello della 28a brigata Garibaldi «Mario Gordini», vuole conoscere un uomo che tutti stimano per la sua sobrietà e modestia, per il suo rigore, capacità di comprensione, voglia di vivere e saper vivere, ma che forse pochi conoscono nel suo profondo, insomma chi voglia sapere chi è Arrigo Boldrini, deve cercarlo attraverso queste pagine. E la cosa mi pare valga la pena di essere fatta.

Si tratta di un diario di guerra particolare; non il racconto delle proprie memorie né quello dell’esperienza come altri ci hanno consegnato — per citare alcuni esempi illustri Io e gli alpini di Jahier o Un anno sull’altopiano di Lussu. Quello di Arrigo Boldrini è piuttosto una sorta di mattinale. Giorno per giorno, o riassunti nel giro breve di pochi giorni, ci vengono consegnati i fatti di una vita quotidiana che forse è eroica proprio perché non è fatta Continua a leggere “Arrigo Boldrini – Diario di Bulow”

IL DIARIO DI LENA MUKHINA: UN IMPORTANTE DOCUMENTO SULL’ASSEDIO DI LENINGRADO DA PARTE DELLA WEHRMACHT TEDESCA (1941-1944)


Un anno fa la società “Graf” di Monaco di Baviera ha pubblicato il diario di Lena Mukhina in lingua tedesca. La Mukhina (una studentessa) aveva assisto al primo anno dell’assedio della Wehrmacht tedesca a Leningrado. Il suo diario è stato scoperto negli archivi storici russi solo pochi anni fa, ed è stato pubblicato in lingua russa nel 2011. Continua a leggere “IL DIARIO DI LENA MUKHINA: UN IMPORTANTE DOCUMENTO SULL’ASSEDIO DI LENINGRADO DA PARTE DELLA WEHRMACHT TEDESCA (1941-1944)”

Diario storico della II Brigata «Matteotti di città» Battaglione «Floriano Bassi»


Il nucleo originario di quella che doveva divenire la Brigata Matteotti di città fu costituito nell’aprile 1943. Il lavoro svolto si limitò al sabotaggio politico, in special modo nell’ambiente universitario. Continua a leggere “Diario storico della II Brigata «Matteotti di città» Battaglione «Floriano Bassi»”

Diario storico della 5.a Brigata “Otello Bonvicini”


Comando V Brigata “Otello Bonvicini: Comandante Marchesi Bruno (Dolfus), V. Comandante Baffè Ottavio (Andrea), Com. Politico, Casalini Rolando (Aldo), Aiut. Maggiore, Bragaglia Piero (Radio).

Uomini in forza alla Brigata n. 364 e Zona di Operazione: Molinella, Castelguelfo, Medicina, Ganzanigo, Portonuovo, S. Antonio.

Costituzione. Fin dal lontano ottobre 1943, piccole squadre di patrioti si costituirono “nell’illegalità” contro il sedicente governo nazi-fascista dimostrandosi palesemente ostili a tutte le sue leggi.

Nelle forti terre di Medicina, Molinella e Castelguelfo, note per la fede antifascista dei suoi abitanti, i migliori risposero all’appello della Patria, così che le file dei patrioti aumentavano di giorno in giorno. Continua a leggere “Diario storico della 5.a Brigata “Otello Bonvicini””

Gennaio 1945 in montagna


Estratto dal Diario di una formazione garibaldina: il Dist. «G. Bedeschi» (di Guerrino Franzini) Continua a leggere “Gennaio 1945 in montagna”