In attesa della “Giornata della Memoria” 2020 – La caccia agli ebrei


Gli ebrei bolognesi non erano rimasti nelle loro case ad attendere l’arrivo delle SS. Salvo alcune persone anziane o ammalate e poche altre che fidavano nel battesimo ricevuto, la fuga era stata generale. Pochi furono quelli presi nel loro letto, mentre la maggior parte degli arresti avvenne casualmente o a seguito di delazioni. Continua a leggere “In attesa della “Giornata della Memoria” 2020 – La caccia agli ebrei”

In attesa della “Giornata della Memoria” 2020 I fascisti consegnano gli ebrei ai nazisti


Mentre gli ebrei si immergevano nel vasto e per loro sconosciuto mondo contadino, alla ricerca disperata di una ipotetica, ma possibile salvezza, a Bologna il comandante dello SD — il maggiore Fehmers — non aveva perso tempo. Continua a leggere “In attesa della “Giornata della Memoria” 2020 I fascisti consegnano gli ebrei ai nazisti”

In attesa della “Giornata della Memoria” 2020 – La RSI e la soluzione finale


La RSI e la soluzione finale 

Dopo 1’8 settembre 1943, quando il re fuggì al sud per consegnarsi agli anglo-americani, l’esercito cedette le armi quasi senza combattere e la Wehrmacht occupò l’Italia, Continua a leggere “In attesa della “Giornata della Memoria” 2020 – La RSI e la soluzione finale”

In attesa della “Giornata della Memoria” 2020


L’università allontana 51 docenti di “razza inferiore”

Il 14 ottobre 1938 il professore Alessandro Ghigi — rettore dell’università e ornitologo di fama nazionale — firmò undici lettere tutte uguali. Questo il testo: “In seguito alle disposizioni a Voi già note, Vi comunico che con la data del 16 corr. dovrete sospendere la Vostra attività presso questa Università. Vi ringrazio per l’opera scientifica e didattica svolta in questo Ateneo e Vi porgo il mio saluto”.

Continua a leggere “In attesa della “Giornata della Memoria” 2020″

Arditi?


Solo ieri Repubblica chiamava arditi i simpatizzanti e nostalgici del duce. Stamattina si è svolta la manifestazione organizzata della nipote, manifestazione a suo dire privata e non politica.

Continua a leggere “Arditi?”

La Repubblica sociale italiana e le persecuzioni razziali negli anni 1943-45


L’armistizio dell’8 settembre 1943, fu il punto d’arrivo della profonda crisi che aveva colpito il regime fascista e la società italiana, sotto i colpi delle sconfitte militari che suggellarono l’incauta decisione del regime di gettare l’Italia nella fornace della seconda guerra mondiale.

Continua a leggere “La Repubblica sociale italiana e le persecuzioni razziali negli anni 1943-45”

Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell’Olocausto


Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell’Olocausto

Continua a leggere “Roma cancella le strade dedicate ai fascisti: al loro posto le vittime dell’Olocausto”

Predappio, riapertura cripta di Mussolini. Incontro tra pronipote e sindaco: “Turismo ne gioverebbe”. Anpi: “Inammissibile”


(Si continua a sdoganare il fascismo, dimenticandosi l’enorme lago di sangue generato, provocato realizzato da questa ideologia dittatoriale. Non solo negli ultimi anni di guerra dove i fascisti repubblichini divennero complici dei tedeschi, Continua a leggere “Predappio, riapertura cripta di Mussolini. Incontro tra pronipote e sindaco: “Turismo ne gioverebbe”. Anpi: “Inammissibile””

L’Italia nera


Claudio Vercelli, Neofascismi, Edizioni del Capricorno, Torino, 2018, pp. 188, € 16.00

Recensione di Armando Lancellotti

Fonte: carmillaonline

Continua a leggere “L’Italia nera”

Una vergogna tutta italiana


Rachele Mussolini ha recentemente dichiarato che sta lavorando affinché la cripta dove sono tumulati i resti del duce possa rimanere sempre aperta. Continua a leggere “Una vergogna tutta italiana”