23 luglio 1944 terrore in appennino


23 luglio 1944 i nazisti rastrellano un gruppo di civili e bruciano le case di Malfolle. In località Fazzolo dieci uomini vengono mitragliati contro il portico di una casa contadina e i loro corpi bruciati.

Il ricordo di Fermo Franchi sopravvissuto all’eccidio.

Il 22 luglio 1944 io ero nella mia casa di Fagiolo di Malfolle coi miei familiari, che erano coloni. Ero a casa dall’8 settembre 1943 dopo la fuga dai soldati a Udine: stavo nascosto perché non volevo andare nell’esercito fascista. Continua a leggere “23 luglio 1944 terrore in appennino”

Annunci

24 giugno 1944 eccidio a Pian di Venola


Il 24 giugno 1944 i tedeschi attaccano la Stella Rossa nella zona di Luminasio. Non si tratta di un attacco a fondo e i partigiani possono sganciarsi verso Medelana, ma la popolazione viene terrorizzata. Case e fienili vengono bruciati, cinque uomini sono arrestati e fucilati solo uno si salverà fortunosamente, un gruppo di civili portato a Bologna e solo in seguito rilasciato. Continua a leggere “24 giugno 1944 eccidio a Pian di Venola”

Gino Battistini (Nome di battaglia Matteotti)


Nasce il 20/5/1925 a Sasso Marconi. E’ stato commissario politico nella 63a brigata Bolero Garibaldi ed operò a Sasso Marconi e Monte S. Pietro. Incarcerato a Peschiera del Garda (VR) per un mese. Trasferito in seguito alle Caserme rosse (Bologna) viene poi deportato nel campo di sterminio di Chemnitz (Germania).  Continua a leggere “Gino Battistini (Nome di battaglia Matteotti)”

Rambaldi Libero (Nome di battaglia Fanterone)


Nasce il 17 gennaio 1925 a Bologna. Milita nella brigata Stella rossa Lupo e opera sull’Appennino tosco-emiliano.

Il 29 settembre 1944 quando le SS del maggiore Reder iniziarono il rastrellamento di Monte Sole che termina con il massacro di Marzabotto si trovava in una casa colonica di Cadotto con una decina di partigiani tra i quali Mario Musolesi.

Continua a leggere “Rambaldi Libero (Nome di battaglia Fanterone)”

Melchiorri Sugano


Nasce il 23/1/1922 a Crespellano. Prestò servizio militare in fanteria in Jugoslavia dal 1942
All’8/9/43. Dopo l’armistizio combattè a Postumia, a fianco dei partigiani jugoslavi, contro i tedeschi. Prima di rientrare in Italia consegnò le armi del suo reparto ai partigiani. Subito dopo il ritorno prese contatto con Mario Musolesi e altri per dare vita alle prime squadre armate sulle montagne tra Marzabotto e Monzuno, divenute poi la brigata Stella rossa Lupo. Continua a leggere “Melchiorri Sugano”

Lucia Musolesi (Nome d battaglia Laura)


Nasce il 16/9/1912 a Monzuno.
Insieme con le sorelle Anna Maria, Bruna, Olga, militò nella brg Stella rossa Lupo che i fratelli Guido e Mario avevano costituito sull’Appennino emiliano, con funzione di staffetta. Durante la strage di Marzabotto si trovava a Casone di Rio Maneta (Marzabotto).
Continua a leggere “Lucia Musolesi (Nome d battaglia Laura)”

Colle Ameno Sasso Marconi (BO)


Dal 6.10 al 24.12.1944 un comando tedesco s’installò nella villa Ghisilieri, detta La Ghisiliera, edificata nel ’700 e di proprietà della famiglia Rizzi, in via Porrettana, in località Colle Ameno di Pontecchio (Sasso Marconi).
Negli ampi scantinati della villa furono detenuti numerosi rastrellati civili e partigiani prigionieri. Pare – dalle scritte trovate sui muri – che non meno di 400 persone vi siano transitate. Le testimonianze sono unanimi nel riconoscere nel sergente Friedrich Brotschy il comandante del campo “Z-G” al Colle Ameno.
Continua a leggere “Colle Ameno Sasso Marconi (BO)”