Risorse (in)umane: la rigenerazione della forza lavoro tedesca nei lager nazisti


di Armando Lancellotti

Fabrice d’Almeida, Il tempo degli assassini. I guardiani dei campi di concentramento e le loro attività ricreative (1939-1945), Ombre Corte, Verona, 2015, pp.175, € 16,00

«Giuro che sarò fedele e obbedirò ad Adolf Hitler, capo del Reich e del popolo tedesco, e che svolgerò coscientemente e disinteressatamente i miei doveri di servizio». (p. 40)
Pronunciando queste parole uomini e donne tedesche assumevano il ruolo di guardiani dei lager e contemporaneamente anche un potere pressoché illimitato sui detenuti intrappolati nel terribile sistema concentrazionario dei KL nazisti, i Konzentrationslager.

Continue reading “Risorse (in)umane: la rigenerazione della forza lavoro tedesca nei lager nazisti”

Giorno della Memoria, l’Italia “espulsa” da Auschwitz. Smantellato il Memoriale: finirà vicino a un Ipercoop


L’OLOCAUSTO 71 ANNI DOPO – Il museo del lager non accettava più i richiami al comunismo presenti nell’opera firmata, tra gli altri, da Primo Levi. Così dopo l’ultimatum della direzione, l’Associazione degli ex deportati è stata costretta a smontarla e portarla a Firenze: “Da Prodi a Renzi, tutti ci hanno lasciati soli” di Ilaria Lonigro
Continue reading “Giorno della Memoria, l’Italia “espulsa” da Auschwitz. Smantellato il Memoriale: finirà vicino a un Ipercoop”

Papà Gildo tra i Giusti: salvò ebrei a Fanano


Riconoscimento agli Andreoni, che tra il ’43 e il ’44 accolsero in casa una famiglia in fuga di CATERINA GIUSBERTI

Continue reading “Papà Gildo tra i Giusti: salvò ebrei a Fanano”

Che l’Europa tuteli i valori della sua storia.


Quel 3 di maggio di quest’anno alla Casa della Memoria di Milano una strana atmosfera quasi di mestizia aleggiava quanto da alcuni di loro è stato vissuto forse come l’ultimo raduno tra i superstiti dei campi di concentramento nazisti, l’ultima occasione per l’Aned, l’Associazione nazionale degli ex deportati, e per numerosi fra noi presenti di rivederli assieme: già da tempo molti sono scomparsi, mentre altri vivono non più autosufficienti il pesante incedere degli anni. Gli interventi importanti succeduti sono stati alternati ad intervalli musicali di un violoncellista dell’orchestra del teatro alla Scala per giungere poi alla lettura tanto partecipata quanto intensa del giuramento dei deportati di Mauthausen compiuta dall’attrice rom Dijana Pavlovic. Continue reading “Che l’Europa tuteli i valori della sua storia.”

Campo di sterminio polacco in vendita a 39mila euro. Il mondo ha 17 giorni per reagire


La memoria dell’olocausto in vendita a 39mila Euro. Aperto nel 1942, Belzec è uno dei primi campi esclusivamente di sterminio eretti dai nazisti, secondo in ordine cronologico a quello di Chelmno. Continue reading “Campo di sterminio polacco in vendita a 39mila euro. Il mondo ha 17 giorni per reagire”

Milano, la consigliera di FdI: “Per l’Olocausto si sprecano fiato, soldi e iniziative”


Bufera in consiglio provinciale per l’intervento di Roberta Capotosti (Fratelli d’Italia): “Per le foibe non è stato speso un euro”. Al centrosinistra che la attacca il suo capogruppo replica: “Una sceneggiata” Continue reading “Milano, la consigliera di FdI: “Per l’Olocausto si sprecano fiato, soldi e iniziative””

In attesa della giornata della Memoria Liliana Segre


Liliana Segre

Nata nel 1930, nell’inverno del 1944 Liliana Segre fu costretta a salire su un camion che attraversava Milano per raggiungere i sotterranei della stazione Centrale e il binario 21, da dove partivano i treni per Auschwitz-Birkenau. Suo padre era con lei, ma non lo vedrà più. “Imparai in fretta – racconta la donna – che lager significava morte, fame, freddo, umiliazioni, torture, esperimenti”. Continue reading “In attesa della giornata della Memoria Liliana Segre”