Gli Arditi del popolo. La prima lotta armata al fascismo 1921-22


“Armateci pure o uomini sanguinari che l’ora della riscossa è suonata anche per noi”. Gli Arditi del popolo: dalle trincee della Grande Guerra all’antifascismo armato.

Andrea Staid, Gli Arditi del popolo. La prima lotta armata al fascismo 1921-22, Milieu edizioni, Milano, 2015, 128 pagine, € 11.90

Continua a leggere “Gli Arditi del popolo. La prima lotta armata al fascismo 1921-22”

Un’odissea partigiana. Dalla Resistenza al manicomio


«Triangoli della morte», «foibe», «vendette partigiane», «scie di sangue». Sono questi i termini in cui, negli ultimi
anni, è stato presentato il difficile passaggio dell’Italia tra la guerra e il dopoguerra. La Resistenza comunista è
stata sottoposta a un continuo revisionismo storico: se la «liberazione» è continuata a essere un momento a cui
tutto il mondo politico e tutti i media si rifanno, almeno a parole, essa è stata confinata e sminuita in una
dimensione di unità nazionale contro il nemico nazista. Continua a leggere “Un’odissea partigiana. Dalla Resistenza al manicomio”

Il 25 luglio


È certo che un giudizio storico completo su quello che fu il 25 luglio non si è ancora in grado, oggi, di darlo. Mancano i documenti: mancano le testi­monianze autentiche dei protagonisti; sono persino ancora incerte e incomplete quelle degli spettatori. Ciò che si conosce, però, è ampiamente sufficiente per la espressione di un giudizio politico generale. Continua a leggere “Il 25 luglio”

Giuseppe Alberganti (Nome di battaglia Cristallo)


 

Nasce il 24 luglio 1898 a Stradella (PV). Si iscrive al Iscritto al Partito Comunista Italiano dalla fondazione, svolge compiti di direzione politica nella sezione di Arona (NO) e diventa capogruppo del sindacato ferrovieri.

Continua a leggere “Giuseppe Alberganti (Nome di battaglia Cristallo)”

Alcide Leonardi (Nome di battaglia Luigi)


Nasce il 18 luglio 1905 a Ciano dʼEnza (RE). Nel 1923 si iscrive alla FGCI. Per lʼattività antifascista svolta viene perseguitato e il 5 settembre 1926 lascia Reggio Emilia e espatria in Francia. Dal 1931 al 1934 dallʼesilio rientra più volte in Italia per compiere numerose missioni di corriere del Partito Comunista Italiano. Nel settembre 1936, dopo lʼattacco alla repubblica spagnola da parte dei rivoltosi capeggiati da Francisco Franco, si trasferisce in Spagna e il 10 dicembre 1936 viene aggregato al 1° battaglione Garibaldi comandato da Guido Picelli; più tardi ne divenne il commissario politico.

Continua a leggere “Alcide Leonardi (Nome di battaglia Luigi)”

Falzoni Sostegno


Nasce il 23 aprile 1903 a Molinella.
Iscritto al Partito Socialista Italiano e in seguito al Partito Comunista Italiano.
Il 4 settembre 1921, con numerosi altri militanti socialisti, prende parte a uno scontro a fuoco con i fascisti a Mezzolara (Budrio). Un socialista e un fascista restano uccisi.

Continua a leggere “Falzoni Sostegno”

Amedeo Mazzoni


Nasce il 2 novembre 1919 a CastelMaggiore. Si iscrive al Partito Comunista Italiano nel 1944. Nell’estate partecipa a Sabbiuno (Castel Maggiore) a due riunioni per la preparazione delle proteste popolari del settembre. Il 3 settembre 1944 partecipa alla prima grande manifestazione antifascista organizzata in un Comune della pianura alla quale parteciparono 600 persone tra cui 200 donne. Continua a leggere “Amedeo Mazzoni”

Giovanni Cerbai (Nome di battaglia Giannetto)


Nasce il 10 settembre 1912 a Camugnano. Emigra in Corsica insieme ai suoi familiari.

Diventa membro del Partito Comunista Italiano. Nell’ottobre del 1936 insieme a un numeroso gruppo di antifascisti parte per la Spagna. Combatte nella brigata Garibaldi. Partecipa a numerosissimi combattimenti col grado di sergente. Viene ferito il 16 giugno 1937 a Huesca. Guarito ritorna al fronte. Lascia la Spagna il 7 febbraio 1939. Viene internato nei campi di concentramento di Saint-Cyprien, di Curs e di Vernett dʼAriège. Dopo lʼoccupazione tedesca della Francia fu trasferito in Italia e il 30 maggio 1941 condannato a 4 anni di confino e internato nellʼisola di Ventotene (LT).

Liberato nellʼagosto 1943, contribuisce alla riorganizzazione del Partito Comunista Italiano a Camugnano e alla formazione di nuclei partigiani.

Continua a leggere “Giovanni Cerbai (Nome di battaglia Giannetto)”

Carlo Nicoli


Nasce il 19 agosto 1915 a Imola. Presta servizio militare in artiglieria a Rimini (FO) e Piacenza dal 10 marzo 1936 allʼ1 febbraio 1938 con il grado di sottotenente. È tra i primi a Imola, subito dopo lʼinizio della lotta di liberazione, a organizzare gruppi armati, anche se viene adibito alla redazione de “La Comune”, il periodico clandestino del Partito Comunista Italiano imolese. Continua a leggere “Carlo Nicoli”

Giuseppe Rosini (Nome di battaglia Figaro)


Nasce il 15 agosto 1918 a S. Pietro in Casale. Nel 1934 si iscrive alla FGCI e il 26 giugno 1937 viene arrestato con altri 20 compagni per propaganda a favore della repubblicaspagnola. Rinchiuso nel carcere di Castelfranco Emilia (MO), il 14 ottobre 1937 il tribunale speciale, senza sentenza istruttoria, lo condanna a 5 anni di carcere per «costituzione del Partito Comunista Italiano, appartenenza allo stesso e propaganda». Continua a leggere “Giuseppe Rosini (Nome di battaglia Figaro)”