Forza Nuova: «Schederemo gli hotel che ospitano i profughi»


«Pubblicheremo nomi e cognomi dei direttori Stop al business dell’accoglienza»

Continua a leggere “Forza Nuova: «Schederemo gli hotel che ospitano i profughi»”

Annunci

7 marzo 1945 Bologna i panettieri vincono la battaglia sindacale sul salario


I panettieri di Bologna, Casalecchio di Reno, Castenaso e San Lazzaro di Savena, avevano iniziato l’agitazione fin dal febbraio su una dettagliata piattaforma proposta dal periodico di categoria La Riscossa , conquistano nuove tariffe salariali stipulate tra operai e padroni a seguito delle rivendicazioni poste nei singoli panifici dagli operai fornai, applicate a partire dal 7 marzo 1945.
Continua a leggere “7 marzo 1945 Bologna i panettieri vincono la battaglia sindacale sul salario”

29 luglio 1922


Nasce a Pianoro Diana Sabbi.
Qui potrai trovare la sua testimonianza sulla sua attività di partigiana. Ma il suo impegno non finì con la fine della guerra e continuò per anni nel tessuto sociale di Pianoro e nella Provincia.
Di seguito il suo intervento sul valore dell’unità della nostra storia
Continua a leggere “29 luglio 1922”

Musolesi Mario (Nome di battaglia Lupo),


Nasce il 13/1/1914 a Monzuno. Prestò servizio militare nei carristi in Libia. Quando scoppiò il conflitto era convinto che l’Italia lo avrebbe vinto e lo disse agli amici, anche se non era favorevole alla guerra. Nel 1942 fu fatto prigioniero dagli inglesi in Libia, ma riuscì a fuggire e a rientrare nelle linee italiane dopo tre giorni di marcia nel deserto. Nellʼestate 1943 fu rimpatriato, essendo rimasto ferito in combattimento. L’8/9/43 si trovava a Roma, in una unità corazzata. Fu tra i primi a prendere parte ai combattimenti che si svolsero a Porta S. Paolo contro i tedeschi. Da quellʼeroico e sfortunato fatto dʼarme trasse la consapevolezza – soprattutto dopo la fuga del re e la dissoluzione dellʼesercito – che spettasse al popolo il compito di risollevare la bandiera dellʼonore nazionale e combattere una guerra patriottica e di liberazione contro l’invasore tedesco e la rinata dittatura fascista.
Continua a leggere “Musolesi Mario (Nome di battaglia Lupo),”

Silvio Fabbri racconta


Nato a Lizzano in Belvedere nel 1922. Comandante di battaglione nella T Brigata Garibaldi Modena (1944-1945)

Rientrai dalla Russia coi resti del mio reparto, il 25 marzo 1943. Il mio battaglione fu ricostituito ed inviato a Nettuno. L’8 settembre, quando tutti se ne andarono, anch’io presi la strada di casa. Riuscii a rimanerci fino al febbraio 1944 quando, arruolato nella « Repubblica » fascista, fui trasferito a Parma. La gente per le strade ci sputava addosso e molti manifesti parlavano di « ribelli ».

Continua a leggere “Silvio Fabbri racconta”

Luigi Baffè


Tempo addietro dialogando con mio figlio Mirco, ne sollecitavo la riflessione come benessere e la libertà di cui godeva, non erano piovuti dal cielo bensì frutto di dure lotte e sacrifici oggi inimmaginabili, dei quali anche suo nonno Baffè Luigi detto Gino contribuì al solo scopo del bene comune e senza nulla chiedere.

Continua a leggere “Luigi Baffè”

6 aprile


1944 – Budrie (BO)
Viene fucilato in località le Budrie (S. Giovanni in Persiceto) Mignardi Alberto era nato il 29/11/1902 a Crespellano. Militò nel btg Marzocchi della 63a brg Bolero Garibaldi e operò a S. Giovanni in Persiceto.

Continua a leggere “6 aprile”