Una targa in via Mascarella per Renata Viganò, partigiana e scrittrice


Ieri la cerimonia nella casa in cui l’autrice di “L’Agnese va a morire” visse col marito Antonio Meluschi.

Continua a leggere “Una targa in via Mascarella per Renata Viganò, partigiana e scrittrice”

Annunci

L’Agnese va a morire


Regia: Giuliano Montaldo

Attori: Aurore Clément – Eleonora Giorgi – Flavio Bucci – Ingrid Thulin – Johnny Dorelli – Massimo Girotti -Michele Placido – Ninetto Davoli – Stefano Satta Flores – William Berger

Anno: 1976

Nazione: Italia

Durata: 135 min

Continua a leggere “L’Agnese va a morire”

Renata Viganò


Nasce il 17 giugno 1900 a Bologna. Desiderosa di diventare medico, dovette interrompere il liceo, a seguito di sopravvenute difficoltà economiche familiari. Con decisione prese il suo «posto nella classe operaia». Fece prima lʼinseviente e poi lʼinfermiera negli ospedali bolognesi. A soli 13 anni ebbe pubblicata una prima raccolta di poesie (Ginestra in fiore) e, dopo aver preso a lavorare continuò a scrivere poesie, elzeviri e racconti che vennero pubblicati su vari quotidiani e periodici. Continua a leggere “Renata Viganò”

Irma Bandiera il ricordo di Renata Viganò


Medaglia d’Oro al Valor Militare (alla memoria)

«Prima fra le donne bolognesi a impugnare le armi per la lotta nel nome della libertà, si batté sempre con leonino coraggio. Catturata in combattimento dalle SS. tedesche, sottoposta a feroci torture, non disse una parola che potesse compromettere i compagni. Dopo essere stata accecata fu barbaramente trucidata e il corpo lasciato sulla pubblica via. Eroina purissima degna delle virtù delle italiche donne, fu faro luminoso di tutti i patrioti bolognesi nella guerra di liberazione
Meloncello, 14 agosto 1944. Continua a leggere “Irma Bandiera il ricordo di Renata Viganò”

Giaccaglia Lea


Giaccaglia Lea

Nasce il 17/10/1897 ad Ancona. Il padre, funzionario delle ferrovie dello stato, era di idee anarchiche; la madre e il fratello Aldo, invece, socialisti. Studiò da maestra. Fino dal 1916 fece parte attiva dell’organizzazione del PSI. Il 30/4/19 sposò il ferroviere socialista Paolo Betti. Il 14/11/20, al termine di un convegno delle sezioni socialiste massimaliste bolognesi sottoscrisse, assieme a C. Casucci, Antonio Graziadei, Leonello Grossi e Anselmo Marabini, l’appello per una  collaborazione fra i massimalisti e gli aderenti alla frazione comunista del PSI, «per impedire il minacciato disgregamento delle forze comuniste», paventato in previsione del XVII congresso del PSI a Livorno, storicamente definita la «circolare Marabini-Graziadei». Continua a leggere “Giaccaglia Lea”