Alla prossima seduta! Disse l’Onorevole Matteotti


Questo opuscolo fu stampato clandestinamente dal partito socialista, e diffuso clandestinamente nel periodo del regime fascista.

Lo si può scaricare a questo link

Il Combattente – Giornale dei Volontari della Libertà


L’1° agosto 1944 nasce “Il Combattente” organo ufficiale del CUMER, con il sottotitolo “Giornale dei Volontari della Libertà – Comando Militare Unico Emilia-Romagna”.

Continua a leggere “Il Combattente – Giornale dei Volontari della Libertà”

Il 25 luglio


È certo che un giudizio storico completo su quello che fu il 25 luglio non si è ancora in grado, oggi, di darlo. Mancano i documenti: mancano le testi­monianze autentiche dei protagonisti; sono persino ancora incerte e incomplete quelle degli spettatori. Ciò che si conosce, però, è ampiamente sufficiente per la espressione di un giudizio politico generale. Continua a leggere “Il 25 luglio”

15 luglio 1944. Esce “Il Lavoratore Agricolo”


Nel 1944 i Comitati di difesa dei contadini di Bologna curarono la pubblicazione di 2 numeri de “Il Lavoratore agricolo”; sottotitolo “Organo dei braccianti e dei contadini bolognesi”. Continua a leggere “15 luglio 1944. Esce “Il Lavoratore Agricolo””

Romagnoli Dino


Nasce il 13 luglio 1901 a Medicina. Presta servizio militare in fanteria a Napoli dal gennaio al maggio 1921. Il 25 settembre 1943 , a seguito del bombardamento aereo su Bologna che distrugge il ristorante presso il quale lavora, sfolla con la famiglia a Villa Fontana (Medicina). Continua a leggere “Romagnoli Dino”

Mario De Maria detto Adler (Nomi di battaglia Ragazzo, Edoardo)


Nasce il 30 agosto 1925 a Molinella. Renitente alla chiamata alle armi nellʼesercito della Repubblica Sociale Italiana, viene inviato in un battaglione di renitenti a Firenze poi ad Anzio (Roma). Riusce a fuggire nel gennaio 1944, quando sbarcano gli alleati, ritornando a Molinella, dove, aiutato dalla madre cerca di mettersi in contatto con gli antifascisti ed i partigiani. Continua a leggere “Mario De Maria detto Adler (Nomi di battaglia Ragazzo, Edoardo)”

Adelaide Romagnoli (Nome di battaglia Carla) Staffetta


Nasce il 20 giugno 1925 a Budrio. Ha militato nel distaccamento di Castenaso della 7a brigata GAP Gianni Garibaldi e a Medicina con funzione di staffetta. Continua a leggere “Adelaide Romagnoli (Nome di battaglia Carla) Staffetta”

Dino Bergonzoni (Nome di battaglia Celeste)


Nasce il 6 giugno 1922 a Bologna. Presta servizio militare nei granatieri dal 1942 allʼ8 settembre 1943. Già nel 1942 aderisce al Partito Comunista Italiano e subito dopo lʼarmistizio si adopera nella ricerca di armi e munizioni. Continua a leggere “Dino Bergonzoni (Nome di battaglia Celeste)”

1° Maggio 1944 di lotta


Nel 1944 a fine aprile e inizio maggio un’ondata di scioperi attraversarono la regione.

A Bologna, venne diffuso un opuscolo clandestino in cui si leggeva: “Non più festa, non più commemorazione pacifica (…) una giornata di lotta contro il capitalismo (…) Tempo è venuto di cedere il governo della società alla classe operaia. Questo è il significato che assume in tutti i paesi la manifestazione del primo maggio (…) gli operai non supplicano, certo, i fascisti di diventare più miti, ma chiedono che se ne vadano. Anzi si preparano a cacciarli via con la violenza proletaria perché sanno benissimo che capitalisti e fascisti non se ne andranno se non il giorno in cui le baionette della classe lavoratrice li avranno brutalmente cacciati”. Lo stesso opuscolo sarà distribuito anche l’anno successivo. Continua a leggere “1° Maggio 1944 di lotta”

Claudio Montevecchi


Nasce il 23 aprile 1901 a Imola. Presta servizio militare a Cagliari nel 1922. Richiamato alle armi nel 1939 presta servizio militare per alcuni mesi a Fiume. A 15 anni, nel 1916, aderisce alla FGSI collaborando a “La Scolta” organo dei giovani socialisti imolesi. Antinterventista, durante la 1a guerra mondiale, partecipa ad azioni di disturbo, innalzando bandiere rosse in diverse zone della città, per sollecitare la popolazione a prendere posizione contro la guerra. Continua a leggere “Claudio Montevecchi”