Varie


Alto Garda contributi solo a chi si dichiara antifascista
Niente contributi e spazi pubblici a fascisti conclamati e dintorni. Lo ha deciso il Consiglio della Comunità Alto Garda e Ledro, che sulla base di una mozione presentata dal gruppo “Mauro Malfer presidente” Continua

“Libertina, snaturata, irosa” – Storia delle donne internate in manicomio durante il fascismo
Mentre in Italia restano da chiudere ancora due Opg—gli ospedali psichiatrici giudiziari tristemente famosi per la loro lunga storia di condizioni disumane di degenza—e si fanno tentativi di ristrutturare l’istituzione dalle fondamenta, dal passato delle cure psichiatriche del nostro paese continuano a emergere terribili testimonianze. Continua

Nessuno può portarti un fiore
Ricevo e pubblico la notizia di questo bellissimo progetto dedicato alle donne che hanno combattuto per la libertà. Continua

La “Rivoluzione” interrotta
Pino Tripodi, Per sempre partigiano. L’insurrezione di Santa Libera, DeriveApprodi, Roma 2016, pp. 243, € 16,00. Non si sono ancora del tutto spenti gli echi della festa d’aprile del 1945 che numerosi proletari, semplici combattenti – tra cui comandanti di brigata e commissari politici – per convinzione e non per convenienza, intuiscono ciò che si sta programmando, annusano l’aria, colgono l’atmosfera: è solo un cambio d’abito. Chi tira le fila, e continua a condurre le danze, sono i soliti profittatori di sempre. Continua

Buona festa della liberazione
Christian Raimo, giornalista e scrittore. Aboliamo la festa del 25 aprile. In questi giorni verrebbe da fare la modesta proposta di eliminare questo giorno di festa dal calendario o in alternativa di sostituirne la denominazione: chiamiamola festa di primavera o qualcosa del genere. Continua

25 Aprile 2016 è una festa?
71 anni sono passati dal 1945 una generazione che ha vissuto la guerra civile italiana sta lentamente scomparendo, la vita è inesorabile, mentre vorremmo che quei testimoni rimanessero in vita per continuare a raccontarci cosa fu la guerra di liberazione ora ci si deve affidare alle memorie scritte, ai video raccolti. Continua

Giorno della Memoria, l’Italia “espulsa” da Auschwitz. Smantellato il Memoriale: finirà vicino a un Ipercoop
Il museo del lager non accettava più i richiami al comunismo presenti nell’opera firmata, tra gli altri, da Primo Levi. Così dopo l’ultimatum della direzione, l’Associazione degli ex deportati è stata costretta a smontarla Continua

Caro nostalgico
Questo blog è un blog personale, chi lo scrive è al di fuori di qualsiasi associazione, partito o altro. Il mio intento è di portare fuori dagli istituti storici, testi e testimonianze di chi ha fatto la RESISTENZA, subito la violenza fascista e ha avuto il coraggio di scegliere da che parte stare durante la guerra civile che scoppiò in Italia nel periodo 1943/1945. Continua

«Illegali i gadget del Duce»
L’ha presentata Emanuele Fiano (Pd) che chiede di includere nel codice penale le norme della legge Scelba. E la «paccottiglia» arriva anche sugli scaffali della Coop” Continua

Basta deporre corone riprendiamo le armi e finiamo la rivoluzione interrotta.
Basta deporre corone riprendiamo le armi e finiamo la rivoluzione interrotta. Oggi 28 dicembre ennesima ricorrenza di un massacro fascista. I fratelli Cervi vengono fucilati per ritorsione, tutti i figli di una famiglia contadina vengono uccisi. Continua

Asta di Beneficenza per @Graber64
Il 27-28 dicembre, attraverso @il_battitore, potrete mettere all’asta i regali che non avete gradito (o ciò che volete) per aiutare Graziano. Continua

Aiutiamo Graziano
I primi di Ottobre in nostro caro Graziano (Twitter @Graber64 ) è stato colpito da ICTUS procurandogli: Continua

Italiani in Africa, non solo con Mussolini
«L’urlo contro il regime» di Leila El Houssi, per Carrocci: c’erano anche antifascisti in Tunisia Continua

Shoah: a Budapest emerge archivio schede ebrei
Schedare gli ebrei: la proposta-shock di un deputato del partito di estrema destra Jobbik al Parlamento ungherese l’anno scorso innescò uno scandalo internazionale. Ma queste schede in Ungheria esistono davvero: Continua

“Gianna” e “Neri” fra speculazioni e silenzi
Sono ormai trascorsi quasi sessant’anni dai fatti che narriamo nelle pagine seguenti. Li abbiamo voluti rievocare in una prospettiva diversa rispetto a molte altre, suggerita da una sentenza di un tribunale della nostra Repubblica, quello di Padova. Continua

Sabina, nasce il Museo diffuso della Resistenza
Si inaugura il 25 ottobre a Poggio Mirteto (Rieti). Un progetto pilota per un turismo della memoria nei luoghi dell’eccidio del Tancia e della prima zona libera d’Italia Continua

Morta Lucia Ottobrini, la gappista più odiata da Kappler
Moglie di Mario Fiorentini, è stata una della grandi protagoniste della Resistenza romana. Marino: “Il suo coraggio simbolo ed esempio per tutti” Continua

«Intitoliamo il mausoleo di Affile a partigiani e vittime delle colonie»
La proposta del presidente Anpi all’avvio del processo al sindaco che ha dedicato un sacrario al generale Graziani. «Chiediamo rispetto della memoria e della storia. Continua

Strage Sant’Anna di Stazzema, Germania non processa ultimo ex ufficiale SS in vita
Sant’Anna di Stazzema perde ogni speranza di veder processare in Germania Gerhard Sommer, 94 anni, l’ultimo ancora in vita dei 10 ex ufficiali SS condannati in Italia, e mai estradati, per la strage versiliese del 12 agosto 1944, che costò la vita a 560 persone, soprattutto donne e bambini Continua

Addio Ada Grossi, voce dell’antifascismo

“Voce” dell’antifascismo, Ada combatté dall’etere il franchismo durante la Guerra Civile in Spagna, e il regime nazifascista in Italia di Benedetta Cairoli Continua

I fisici tedeschi nella Germania di Hitler
Nei giorni dell’anniversario dell’esplosione della prima bomba atomica su Hiroshima, è importante ricordare come iniziò la corsa alle armi nucleari nella Germania di Hitler e le responsabilità dei fisici tedeschi Continua

Nazifascismo, quelle le stragi impunite per preservare le relazioni italo-tedesche
In uno studio di prossima pubblicazione la studiosa Isabella Insolvibile mostra come molti eccidi In Italia e all’estero, rivelati dal giornalista dell’Espresso Franco Giustolisi, non siano stati oggetto di alcuna indagine. I casi furono archiviati per non danneggiare le relazioni italo-tedesche. E aspettano ancora giustizia di Pier Vittorio Buffa Continua

Papà Gildo tra i Giusti: salvò ebrei a Fanano
Riconoscimento agli Andreoni, che tra il ’43 e il ’44 accolsero in casa una famiglia in fuga di CATERINA GIUSBERTI Continua

25 luglio
È certo che un giudizio storico completo su quello che fu il 25 luglio non si è ancora in grado, oggi, di darlo. Mancano i documenti: mancano le testimonianze autentiche dei protagonisti; sono persino ancora incerte e incomplete quelle degli spettatori. Continua

Anniversario speciale della Pastasciutta Antifascista del 25 luglio 1943
Come settantadue anni fa a casa Cervi. Articolo Resistente con colonna sonora, di Patrizia Cordone. Continua

Trieste: una città, un patrimonio da condividere
Chi ben conosce Trieste, sa perfettamente, che ad ogni incedere di passo incontra la sua storia ovunque, in ogni angolo di vicolo, di strada e di piazza: sono le lapidi, i monumenti commemorativi, le testimonianze rappresentate dalla variegata architettura civile ed industriale Continua

Come sarà il Memoriale della Shoah
Il monumento nascerà nella nuova piazza realizzata tra via Carracci e il ponte di via Matteotti Continua

Incontro Internazionale dei Bambini di Selvino
Ricevo e pubblico con piacere. Continua

Il tenore di Bandiera Rossa
In una grigia cella del carcere romano di Regina Coeli, Nicola Stame cantava le arie più belle della lirica per portare sollievo ai prigionieri antifascisti. E nessun soldato tedesco si permise mai d’impedirglielo. Quest’immagine drammatica riassume la storia di arte e di rivolta che Lello Saracino racconta nel libro Il tenore partigiano. Continua

Che l’Europa tuteli i valori della sua storia.
Quel 3 di maggio di quest’anno alla Casa della Memoria di Milano una strana atmosfera quasi di mestizia aleggiava quanto da alcuni di loro è stato vissuto forse come l’ultimo raduno tra i superstiti dei campi di concentramento nazisti, l’ultima occasione per l’Aned, l’Associazione nazionale degli ex deportati, e per numerosi fra noi presenti di rivederli assieme Continua

Campo di sterminio polacco in vendita a 39mila euro. Il mondo ha 17 giorni per reagire
La memoria dell’olocausto in vendita a 39mila Euro. Aperto nel 1942, Belzec è uno dei primi campi esclusivamente di sterminio eretti dai nazisti, secondo in ordine cronologico a quello di Chelmno. Continua

Shoah, la lista nera dei delatori italiani: “Così consegnarono gli ebrei ai nazisti”
La comunità romana pubblica i nomi di chi favorì le deportazioni. “Tra loro c’erano anche portieri, ex fidanzati e vicini di casa” di GABRIELE ISMAN Continua

“Non osiamo più escludere la possibilità, che avvenga l’inimmaginabile”
di Patrizia Cordone.
In generale del fascismo e del nazismo ci si occupa tendenzialmente in occasioni di commemorazioni  e di anniversari, che però dovrebbero rappresentare non la tappa unica né finale, bensì la premessa utile di un’acquisizione auspicabilmente approfondita degli eventi storici connessi. Invece, purtroppo, sovente, parrebbe esaurirsi il senso del dovere civico Continua

UN’ODISSEA PARTIGIANA: intervista a Mimmo Franzinelli
Un’odissea partigiana. Dalla Resistenza al manicomio, Mimmo Franzinelli, Nicola Graziano, Feltrinelli 2015, pp. 220, € 18,00 Continua

Roma, morto il partigiano Massimo Rendina
Il “comandante Max” aveva 95 anni. Era giornalista e vice presidente dell’Anpi. Il sindaco Marino: «Indimenticabile la sua lezione di vita». Zingaretti: simbolo di lotta per la libertà Continua

In attesa della giornata della Memoria
Video PRIMO LEVI. SE QUESTO E’ UN UOMO (TESTIMONIANZE DI DEPORTATI NEI LAGER NAZISTI)

La carne e la memoria
di Luca Baiada (da «Il Ponte», LXXI n. 1, gennaio 2015)
[Si ringrazia la rivista Il Ponte per la gentile concessione]

La stagione dei settantesimi anniversari delle più gravi stragi nazifasciste – furono compiute nel 1944 – è chiusa, ed è tempo di qualche nota. Prendo spunto soprattutto dalla strage del Padule di Fucecchio del 23 agosto, di 174 morti, perché è delle più gravi e meno conosciute. Continua

Quel Natale del ’44 (60 anni dopo, bellissima lettera di un Partigiano alla sua figlia)
Lettera scritta dal partigiano Vladimiro Diodati, Paolo, alla figlia Milena
In questa notte di Natale voglio scriverti questa lettera, figlia mia, perché avverto il peso del tempo, e sento che i miei giorni volgono ormai al tramonto. Sono trascorsi sessant’anni dalla fine della guerra e tante cose ho serbato nel cuore. Ma in questa notte sento il desiderio di offrirti questa semplice testimonianza. Te la dono con il mio affetto, con tutto il mio bene, affinché sappia che tuo padre ha vissuto la sua vita con la coerenza degli ideali. Continua

Ecco il violino della ShoahLa sua voce salvò Renzo
Il dono della sorella al ragazzo ventenne sul treno per Auschwitz. Esposto in occasione del primo «Stradivari Memorial day» con altri rari strumenti di Gilberto Bazoli Continua

Dall’Italia niente soldi per Auschwitz
Nel campo di sterminio nazista morì oltre un milione  di persone, tra cui oltre 5000 italiani. Ma lo Stato Italiano non ha versato una lira per il fondo che si occupa di preservare la memoria dello sterminio Continua

La tragica e perduta vicenda della dottoressa Zamorani
Recuperate foto e informazioni della pediatra morta nel ’44 ad Auschwitz Continua

Addio a Franco Giustolisi. La sua battaglia per non dimenticare le stragi nazifasciste
La firma storica dell’Espresso fu il primo a scrivere dell’Armadio della Vergogna e a impegnarsi affinché la giustizia scovasse e punisse i responsabili delle rappresaglie nazifasciste durante la Seconda guerra mondiale. Ecco come lo rievoca un collega che lo conosceva bene e che ha condiviso l’impegno su questo tema Continua

Il diario di Lena Mukhina: un importante documento sull’assedio di Leningrado da parte della Wehrmacht tedesca (1941 – 1944) Continua

Strage Sant’Anna di Stazzema, la Germania riapre le indagini

La corte federale di Karlsruhe ha annullato la decisione della procura generale di Stoccarda di non procedere contro l’imputato Gherard Sommer, condannato in Italia all’ergastolo. Nell’eccidio del 1944 furono uccisi 560 civili. Un superstite: “Fate presto, siamo vecchi” Continua

Usa, arrestato ex guardiano di Auschwitz: viveva a Philadelphia da dopo la guerra
L’inchiesta a carico di Johann Breyer, di origine ceca, era partita nel 2012 dalla Germania. Interrogato, ha ammesso di essere entrato nelle Ss e negato di aver preso parte a crimini Continua

In cerca della piccola “M”, con pochissimi indizi. “Ma quei capelli biondi ad Auschwitz può averli visti solo per pochi minuti”
Dai ricordi di una donna tedesca sopravvissuta al campo di concentramento affiora l’immagine di una bambina italiana, a cui la giovane deportata si era affezionata. Ma nella sua memoria c’è solo l’iniziale del nome. Con il direttore scientifico del prossimo museo della Shoah di Roma Continua

Il testamento di Nora «Saldate il conto del libraio»
Trenta studenti del Bo in partenza per la Polonia hanno ricostruito le storie di alcuni universitari e docenti padovani morti nei campi di concentramento Continua

Per un 25 aprile di lotta
OSTRA , ANCONA:  NO AL MONUMENTO AI FASCISTI  NELLA TERRA DEI PARTIGIANI! Continua

Il gadget di Auschwitz lo compri online
In un sito di shopping si possono trovare biglietti d’auguri con forni crematori, medagliette per cani con riproduzione del cancello o delle torrette dei campi di concentramento, biglietti da visita per nostalgici delle SS, borse e portachiavi. Fiano (Pd): “Una distesa negli inferi dell’ignoranza” Continua

Appello dell’ANED: il memoriale italiano ad Auschwitz è in pericolo
Al termine di due giorni di lavori, il Consiglio nazionale dell’ANED, riunito a Sasso Marconi (Bologna) ha approvato all’unanimità questo ordine del giorno a proposito del Memoriale italiano ad Auschwitz.

Ordine del giorno sul Memoriale di Auschwitz

 Il Memoriale italiano collocato nel Blocco 21 di Auschwitz, è in pericolo: dal luglio 2011, per decisione unilaterale della Direzione del Museo, è chiuso al pubblico, inaccessibile persino agli studiosi. Continua

Italia. Amnesty International preoccupata per l’atteggiamento della polizia in piazza        
Amnesty International-Italia ha diffuso un comunicato su quanto avvenuto sabato a Roma in occasione della manifestazione: Continua

Stragi naziste, tre ergastoli per gli eccidi del 1944 sull’Appennino tosco-emiliano
I giudici hanno annullato anche l’assoluzione di altri 5 ex militari tedeschi e disposto un nuovo processo. I massacri con centinaia di morti (tra cui donne, bambini e anziani) avvennero 70 anni fa nelle province di Firenze, Massa, Modena e Reggio Emilia Continua

Foibe: no allo spettacolo di Simone Cristicchi nelle scuole 
“Quello spettacolo non s’ha da fare! Così il PD e le altre forze di sinistra presenti in commissione pace hanno bocciato una mozione che chiedeva di inserire lo spettacolo dell’artista Simone Cristicchi, ‘Magazzino 18’, sul dramma dell’esodo dei giuliano-dalmati e degli istriani sul finire della seconda guerra mondiale, ne ‘Le Chiavi della Città’, ovvero nei percorsi didattici per le scuole fiorentine. Continua

3 assoluzioni e 3 ergastoli agli ex soldati di Hermann Göring
La sentenza della Corte militare nei confronti di ex ufficiali tedeschi della Divisione corazzata Hermann Göring.
Tre assoluzioni e tre ergastoli, da parte della Corte militare d’appello di Roma, nei confronti di ex ufficiali tedeschi della Divisione corazzata Hermann Göring oggi novantenni, alla sbarra perchè ritenuti responsabili di numerosi eccidi di civili compiuti sull’Appennino tosco-emiliano nella primavera del 1944. Le vittime furono circa 400. Continua

Giulio Cesare, gli studenti del liceo contro la presenza dei partigiani
Contestata l’iniziativa anti-fascista della Federazione degli studenti e dell’Anpi per protestare contro i blitz dell’estrema destra. E scoppia il caso Continua

Strage di Cefalonia: rinviato a giudizio dal gup di Roma ex sottufficiale tedesco
Alfred Stork, 89 anni, nel settembre del ’43 avrebbe partecipato all’eccidio. Continua

Twitter, bloccato un gruppo neo-nazi primo caso di “censura di Stato”
Dopo l’annuncio a gennaio del nuovo regolamento, è partito ora il primo oscuramento di un account da parte della società americana sotto segnalazione della polizia di un singolo Paese. Ad esser stato bloccato dal social network è un collettivo di estrema destra tedesco Continua

Il 16 ottobre 1943 il rastrellamento del ghetto di Roma
Sempre vestiti per fuggire anche di notte
La testimonianza di Roberto Piperno che si salvò grazie all’aiuto delle suore bethlemite di piazza Sabazio
di GIOVANNI PREZIOSI
Il 16 ottobre del 1943 è una data che non può passare inosservata perché rappresentò uno dei giorni più drammatici della storia del secolo scorso, segnato da un’onta d’infamia e di lutto, a causa del vile rastrellamento nel ghetto di Roma a opera della brigata S.S. Einsatzgruppen Continua

Senza memoria
Quell’Italia che accetta il revisionismo fascista
Roberto Rossi – L:Unità – 10/10/2012

Scriveva Luis Sepulveda che «un popolo senza memoria è un popolo senza futuro». La memoria aggrega, è il collante che unisce generazioni, la memoria è la base della storia e del civismo. Ma in Italia la memoria spesso cambia forma, muta la sua pelle, si plasma a seconda della forma e dei contesti. Lascia spazio, alle volte, a rigurgiti di nostalgia che in politica trovano terreno nei movimenti che si rifanno al fascismo. Che non solo vengono tollerati, ma che spesso sono incoraggiati anche dai pubblici amministratori e ufficiali. Continua

Manifestare è un diritto
Lamezia Terme: Preside sospende tutti gli studenti che hanno partecipato alla giornata di mobilitazione
Venerdì 5 ottobre anche a Lamezia si è svolto il primo corteo studentesco autonomo dell’anno nell’ambito della mobilitazione nazionale lanciata da StudAut. Anche gli studenti lametini, quindi, sono scesi in strada a difesa della scuola pubblica e contro le misure di austerità di questo governo. Continua

Studenti in corteo in tutta italia; la polizia risponde con una mega manganellata di massa in tutta italia
Violente cariche delle forze dell’ordine contro gli studenti a Roma, Milano e Totino. Nel capoluogo piemontese, gli agenti hanno hanno fermati 15 manifestanti per essere identificati. Un fermato anche a Roma. La manifestazione su Twitter. Continua

Strage Sant’Anna di Stazzema la procura tedesca archivia inchiesta
“Assenza di prove documentali” per i 17 accusati, ex Ss ancora in vita. Nell’eccidio dell’agosto del ’44 morirono 560 civili: tra cui 100 bambini. Uno dei sopravvissuti: “Non ci credo, è un’offesa per tutti”
di LAURA MONTANARI Continua

Laszlo e gli altri boia di Hitler. Decrepiti, protetti, impuniti
L’ex SS di 97 anni scovato a Budapest: poche speranze di estradizione.
La procura di Budapest ha confermato ieri che è in corso dal settembre 2011 un’inchiesta giudiziaria a carico del criminale di guerra Laszlo Csatary, in base a una denuncia di Efraim Zuroff, direttore del Centro Wiesenthal di Gerusalemme. Csatary, 97 anni, è stato fotografato dai reporter britannici del ‘Sun’ (a destra): vive in un quartiere elegante di Budapest, e non è stato ancora interrogato dalla procura. Alcuni storici si mostrano scettici sulla possibilità di collaborazione da parte del governo ungherese, guidato dal nazionalista di destra Viktor Orban. Ex ufficiale di polizia a Kassa (oggi Kosice, in Slovacchia), Csatary svolse un ruolo determinante nella reclusione in un ghetto di olyre 15mila ebrei, nella requisizione dei loro beni e nella supervisione, nel 1944, del loro invio ad Auschwitz.
È una corsa contro il tempo. I criminali nazisti sono ormai tutti oltre i novant’anni, e molti di loro probabilmente sono morti, ma fino a quando la loro fine non è certa, il Centro Simon Wiesenthal non sospende la caccia. Come per il numero uno della lista, il Doktor Tod, il boia di Mauthausen: Aribert Heim avrebbe oggi 97 anni, e secondo alcune voci sarebbe deceduto al Cairo nel 1992, dove viveva nascosto sotto il nome di Tarek Farid Hussein. Continua

Il Governo aspetta…… le piogge torrenziali: Il sottosegretario Polillo e le ferie
Sabato – 16 giugno – c’è stata a Roma la grande manifestazione sindacale che richiedeva: investimenti, sviluppo, lavoro. Di Domenico Stimolo
A poco meno di quarantotto ore è arrivata la risposta del Governo Monti. Per bocca del sottosegretario all’economia Gianfranco Paolillo.
Una risposta molto sobria e serena, pressappoco così : “ Nel brevissimo periodo, per aumentare la produttività del Paese lo choc può venire dall’aumento dell’input di lavoro, senza variazioni di costo; lavoriamo mediamente 9 mesi l’anno e credo che ormai questo tempo sia troppo breve”…. se noi rinunciassimo ad una settimana di vacanza avremmo un impatto sul Pil immediato di circa un punto”. Continua

È morta la madre di Fabio Di Celmo; non era nessuno
È morta ieri la signora Ora Bassi Di Celmo, mamma di Fabio, che ieri avrebbe compiuto 47 anni. Fabio di Celmo non c’è più dal 1997, da quando il ragazzo genovese fu assassinato da una bomba piazzata in un hotel dell’Avana dall’agente della CIA Luís Posada Carriles. Continua

Lettera a un partigiano
Caro Pierino,
non mi conosci, ne potremmo mai conoscerci. Siamo di due generazioni diverse, forse oggi saresti un nonno felice attorniato dai tuoi nipoti, ma non hai avuto la fortuna di vivere per vedere cosa sarebbe successo.
Già perché tu hai donato la tua vita per noi come molti altri partigiani, la tua esistenza si è fermata nell’ottobre del 1944, quando le ss tedesche e le brigate nere fasciste iniziarono l’eccidio di Marzabotto. Hai combattuto fino all’ultimo ma non c’è l’hai fatta, sei rimasto ferito e da allora non si hanno più notizie. Continua

2 thoughts on “Varie”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...