Viaggio nel tempo


C’era una volta……  la tipica frase dell’inizio di una favola, di una storia. In questo blog non racconterò le solite favole, racconterò storie vere, storie di persone, di paesi, di città. Storie che stanno sbiadendo nelle nebbie della memoria. Il martellare costante degli avvenimenti quotidiani cancella immediatamente la memoria del giorno precedente. Non sappiamo più da dove veniamo, quale è stato il nostro passato e lentamente la nostra storia si cancella. Queste pagine parleranno di persone comuni che nel loro piccolo hanno contribuito a costruire la nostra società. Perché è vero la storia è fatta dai grandi personaggi, ma è altrettanto vero che la storia siamo noi con le nostre piccole o grandi scelte scelte.

Ho pubblicato La Resistenza per le vie di Pianoro, un ricordo dedicato ai partigiani pianoresi a cui sono state intitolate le strade, le piazze del piccolo paese nella provincia di Bologna e lo si può acquistare in formato ebook a soli 5€ cliccando su lulu.com.

La Resistenza per le vie di Pianoro

Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

Concerto nazi-rock di Lealtà azione all’insegna del razzismo antislavo


L’associazione dei profughi giuliani e istriani ormai in mano ai neonazisti di Lealtà azione.

Continua a leggere

Ascoli, saluto romano sotto la curva dopo ogni gol. Anpi: “Oltraggio alla città”


L’attaccante dei bianconeri Leonardo Perez festeggia col braccio teso dopo ogni rete realizzata. Silenzio da società marchigiana, Lega Pro e Figc, il diretto interessato dice: “Non è un gesto politico”. Gli unici a prendere posizione sono i partigiani di | 24 febbraio 2015

Continua a leggere

Paolo Fabbri (Nome di battaglia Palita)


Paolo Fabbri (Palita)

Paolo Fabbri Palita

Nasce il 27 luglio 1889 a Conselice (RA). Iscritto al PSI, al PSUI e al MUP. Mezzadro e commerciante. Da umile capolega contadino di Conselice diventa una delle figure più nobili e importanti del socialismo italiano e della Resistenza. Primo di dieci figli di una famiglia di mezzadri, si iscrive giovanissimo al PSI. Lasciata la terra – insufficiente per una famiglia così numerosa – diventa attivista sindacale, poi capolega e infine dirigente della Federterra e delle organizzazioni cooperative di Ravenna, sotto la sapiente guida di Gaetano Zirardini.

Nellʼottobre 1914 – dopo lʼeccidio di Guarda – viene inviato a Molinella dove assume la carica di segretario della Camera del Lavoro. Il compito affidatogli era difficilissimo e molto delicato perché è in atto una durissima reazione governativa e agraria che mira a distruggere le organizzazioni sindacali e cooperative di quel comune. Continua a leggere

Bologna, vietato denunciare il revisionismo sulle foibe. L’Università revoca l’aula


Era prevista per oggi pomeriggio l’iniziativa “E allora le foibe”, all’interno di un’aula della Facoltà di Economia dell’Alma Mater bolognese. Un incontro dibattito organizzato da varie realtà sia locali che nazionali come il Coordinamento Nazionale per la Jugoslavia, Noi Restiamo, PCL, Rete dei Comunisti, Ass. Il manifesto, Sinistra classe rivoluzione e Sempre in Lotta.

Continua a leggere

Trento Foibe, tensione altissima tra Casapound e antifascisti


Bombe carta, lancio di pietre e lacrimogeni con le parti che sono arrivate vicinissime al contatto ieri sera in Largo Pigarelli davanti al tribunale di Trento, per l’iniziativa di commemorazione organizzata da Fratelli d’Italia e Casa Pound Continua a leggere

Giornata del ricordo 2015


Da Youtube Fastist Legacy giusto per non dimenticare i crimini italiani in Jugoslavia

L’odio nero che viaggia su internet


Gli oltraggi al neopresidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del suo omaggio alle Fosse Ardeatine ripropongono la piaga del dilagante neofascismo online. Un fenomeno monitorato con attenzione e apprensione, perché come dimostrano le ricerche, sempre più spesso il proselitismo in rete si trasforma in mobilitazione sul territorio all’insegna di parole d’ordine xenofobe e antisemite di CARMINE SAVIANO Continua a leggere