In trecento al raduno per il Duce, l’Anpi: «Basta, è intollerabile»


La cerimonia sul lago per Mussolini e la Petacci.
Scintille a Giulino di Mezzegra (Como), teatro della fucilazione nel ‘45
di Anna Campaniello
Continue reading “In trecento al raduno per il Duce, l’Anpi: «Basta, è intollerabile»”

Vergognatevi!!!


Organizza la “pastasciutta antifascista”: pioggia di insulti contro l’Anpi di Riccione.
L’iniziativa dell’associazione dei partigiani per festeggiare la caduta del regime bersagliata su Facebook: “Siete come l’Is”, “ridicoli”. E interviene anche la nipote del duce Edda Mussolini: “Perché noi non possiamo ricordare il Ventennio?”
di CATERINA GIUSBERTI
Continue reading “Vergognatevi!!!”

28 aprile 1945. Mussolini viene giustiziato


Il 28 aprile 1945 Mussolini viene giustiziato insieme a Claretta Petacci e ad altri gerarchi.
Il giorno successivo i cadaveri saranno esposti a Piazza Loreto a suggellare la fine del fascismo in Italia la fine della dittatura.


Continue reading “28 aprile 1945. Mussolini viene giustiziato”

Torino, nell’ufficio dei vigili spunta un calendario del Duce


La denuncia su Facebook: “Nella sede di via dei Gladioli: è una vergogna”

Continue reading “Torino, nell’ufficio dei vigili spunta un calendario del Duce”

Proposta di legge alla Camera «Illegali i gadget del Duce»


presentata Emanuele Fiano (Pd) che chiede di includere nel codice penale le norme della legge Scelba. E la «paccottiglia» arriva anche sugli scaffali della Coop di Claudio Del Frate
Continue reading “Proposta di legge alla Camera «Illegali i gadget del Duce»”

Italiani in Africa, non solo con Mussolini


«L’urlo contro il regime» di Leila El Houssi, per Carrocci: c’erano anche antifascisti in Tunisia.
Continue reading “Italiani in Africa, non solo con Mussolini”

22 settembre 1922 Casignana fascisti e carabinieri sparano sui manifestanti


Il 22 settembre 1922 carabinieri e fascisti aprirono il fuoco contro i braccianti della cooperativa “Garibaldi”, che avevano organizzato un’occupazione di terre di proprietà del principe di Roccella; rimasero uccisi l’assessore socialista Pasquale Micchia e due contadini, Rosario Conturno e Girolamo Panetta, mentre il sindaco Francesco Ceravolo rimase gravemente ferito; questo eccidio concluse tragicamente l’occupazione.

Continue reading “22 settembre 1922 Casignana fascisti e carabinieri sparano sui manifestanti”